Go Back   CoolStreaming Forum > Tecno-Cool > Hardware & Software

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read





Closed Thread
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 12-21-2006, 10:38 AM
mikelino8217 mikelino8217 is offline
Moderator, unemployed
 
mikelino8217's Avatar
 

Join Date: Oct 2005
Posts: 1,684
mikelino8217 is on a distinguished road
Exclamation GUIDA: Installare Win 2000/XP, MS-DOS su XP, dual-boot con Win 98 ed ottimizzazioni

1. Introduzione
Spesso capita che il sistema diventi instabile, magari per colpa di un attacco virale particolarmente "potente", oppure a causa di una serie di programmi installati e disinstallati (che lasciano "schifezze" nel registro) oppure ancora ci si trova a dover installare il sistema in un nuovo hard disk.
Per chi non l'ha mai fatto questa operazione può sembrare piuttosto complicata, ma come vedremo non c'è niente di difficile, tutto quello di cui abbiamo bisogno è del cd del sistema operativo.
In questa piccola guida esamineremo l'installazione di un sistema Windows XP Professional, ma tali operazioni sono del tutto simili se non identiche anche su sistemi Windows 2000 Professional.

SELEZIONE DELLA PRIORITA' DI BOOT
Per poter installare il sistema operativo sul pc è necessario avviare la macchina da cdrom. Per compiere questa operazione è necessario che la periferica cdrom sia impostata di avvio nel boot prima dell'hard disk. Spesso di default i bios hanno questa priorità di boot:

Floppy > Cdrom > Hard Disk
quindi inserendo il cdrom e avviando il pc tutto dovrebbe funzionare. Se così non fosse è necessario impostare la giusta sequenza di boot.
Per impostare la priorità di boot, accedere al bios del computer (solitamente si preme il tasto "Canc" oppure il tasto "F2" all'avvio del computer), e cercare nei vari menu le voci "1st boot device", "2nd boot device", "3rd boot device" e impostarle secondo la sequenza descritta sopra . Queste voci possono cambiare a seconda del modello di scheda madre e di bios installati.

AVVIO DELL'INSTALLAZIONE
A questo punto bisogna inserire il cd del Sistema Operativo nel lettore cdrom di boot, avviare il pc e attendere il caricamento. Il pc ci chiederà di premere un tasto per avviare da cdrom; premiamo il tasto e attendiamo il caricamento dell'installer.

Installare driver SCSI o RAID di terze parti: se nel nostro computer abbiamo un sistema di dischi SCSI o RAID con un controller fornito che abbia driver proprietari, bisogna fare molta attenzione perchè vanno installati in questa fase, ossia quando il sistema ci propone di "Premere F6 per installare driver SCSI o RAID di terze parti". Bisogna infatti premere F6 e seguire le istruzioni. E' importante questa operazione per il corretto funzionamento del sistema SCSI o RAID. Nota: è possibile installare il driver solo da floppy, quindi se il controller viene fornito con un cd bisogna cercare nel cd i driver da caricare e copiarli su un floppy.

Come prima opzione il sistema ci chiede se vogliamo ripristinare oppure installare il sistema operativo. Il ripristino serve per reinstallare i file necessari al sistema per funzionare, in modo da riportare il computer in una situazione di partenza, senza però cancellare tutti i dati e i programmi che abbiamo installato; l'installazione invece installa ex novo il sistema operativo. Procediamo quindi scegliendo l'opzione installa.
Dopo aver accettato il contratto di licenza tra Microsoft e l'utente finale (EULA), ci viene proposta una schermata dov'è possibile verificare lo stato del nostro hard disk, ossia le varie partizioni che ci sono, il file system usato e se su queste partizioni ci sono installati sistemi operativi. Pensiamo di installare il sistema operativo in un'unica partizione (ma questo dipende dalle necessità dell'utilizzatore, si può installare il sistema su una partizione e tenere un'altra partizione per i dati, oppure si possono avere due sistemi operativi su due differenti partizioni).
Selezioniamo la partizione sulla quale vogliamo installare il sistema operativo e continuiamo.

FORMATTARE L'HARD DISK
Per poter installare il sistema operativo bisogna che la partizione sia formattata. Il programma di installazione ha un tool automatico di formattazione che ci permette di scegliere se utilizzare la formattazione rapida o la formattazione completa.
La differenza tra le due formattazioni consiste nel fatto che quella completa effettua anche un'analisi del disco alla ricerca di settori danneggiati, mentre quella rapida elimina solamente i file senza controllare. In entrambi i casi i file vengono fisicamente eliminati.
Scegliamo la formattazione che ci interessa (in questo caso completa) e il file system da utilizzare e procediamo. Sistemi come Windows 2000 o le prime versioni di Windows XP Professional permettono di scegliere se utilizzare FAT32 oppure NTFS, le ultime versioni di Windows XP Professional formattano solo in NTFS.


Fat32 o NTFS?
Generalmente se si può formattare in NTFS si sceglie questo file system, a meno che non si utilizzino applicazioni che richiedono Fat32.
L'NTFS offre sicuramente vantaggi rispetto al Fat32, ad esempio utilizzando l'NTFS è possibile utilizzare la condivisione di file e cartelle avanzata (assegnando quindi permessi di accesso al file in base all'utente o al computer) oppure utilizzare la compressione dei file. L'NTFS inoltre ha una migliore gestione del disco, ad esempio il "remapping" dinamico dei cluster, che identifica i settori danneggiati e se non riesce a correggere gli errori ne previene il futuro utilizzo. Con l'NTFS è inoltre possibile utilizzare le "quote disco", ossia assegnare dei limiti di spazio ai vari utenti. Come si vede l'NTFS è migliore del Fat32, ma per un utente "medio" queste piccole differenze sono sottilissime.
Questa tabella mostra le principali differenze tra i vari filesystem.
Ricordo inoltre che è possibile convertire un disco da Fat32 a NTFS, ma non viceversa.


Utilizzare il cd di Windows per effettuare solo la formattazione
Se si vuole solamente formattare il disco, è possibile utilizzare il cd di windows per effettuare la formattazione. Bisogna quindi procedere come per l'installazione, e seguire tutti i passi fino alla formattazione. Una volta che il disco è stato formattato spegnere il pc prima che la procedura di installazione copi i file sul disco. In alternativa in Windows XP è possibile utilizzare l'utilità di riparazione: una volta avviata, si apre una pagina in Dos. Al prompt digitare
Codice:
Format C:
dove al posto di C va inserita la lettera dell'unità da formattare.

Formattare utilizzando un disco di avvio

Una procedura consigliata è quella di utilizzare un disco di avvio, facendo partire il computer dal disco e, una volta caricati i dati, il sistema parte in modalità Dos e quindi digitare la stessa istruzione descritta sopra. Nota: normalmente i dischi di avvio formattano solo in FAT.

INSTALLARE IL SISTEMA OPERATIVO
Una volta che la procedura ha completato la formattazione, copia in automatico i file necessari per l'installazione del sistema. Al termine della copia il computer si riavvia; al riavvio lasciare che il sistema si carichi senza far partire da cd (ma lasciare il cd nel drive in quanto è necessario durante l'installazione).
La procedura di installazione fa tutto in automatico e sono richieste solamente piccole informazioni per completarla.
Tali informazioni sono:

* Impostazioni internazionali: viene proposto di accettare o modificare le impostazioni della tastiera, della visualizzazione dei numeri ecc. Queste impostazioni possono essere modificate anche a sistema installato;
* Nome utente/nome organizzazione: viene richiesto di inserire un nome per l'utente e un nome per l'organizzazione. Questi dati non sono modificabili "direttamente" a sistema installato. Non avviene nessun controllo sui dati inseriti, si può immettere nome e organizzazione desiderati;
* Product key: viene richiesto di inserire il product key riportato sull'adesivo allegato al cdrom di Windows;
* Nome computer: viene richiesto di identificare il computer tramite un nome. il sistema propone già un nome generato automaticamente, ma è consigliabile inserire un nome adeguato che identifichi il pc (es "Casa", "Ufficio", "Studio"). Se il computer andrà collegato in rete assicurarsi che il nome che si intende assegnare non sia già di proprietà di un altro computer;
* Data/ora: viene richiesto di controllare che la data e l'ora di sistema siano giuste, nonchè il fuso orario sia regolato correttamente;
* Impostazioni di rete: se viene rilevata una scheda di rete viene richiesto di impostare i parametri. E' sconsigliato effettuare queste operazioni in questa fase, mentre andranno fatte a sistema installato;
* Appartenenza al gruppo di lavoro: in relazione al punto precedente, viene richiesto di assegnare un gruppo di lavoro o un dominio al computer. Come nel caso precedente, è sconsigliato collegare il pc a domini o gruppi di lavoro durante l'installazione; proseguire quindi assegnando il computer al gruppo di lavoro predefinito e confermare;


Il resto delle operazioni vengono effettuate in automatico. Una volta che il computer ha terminato l'installazione e ha riavviato il pc, il sistema carica automaticamente la procedura di configurazione.

CONFIGURARE IL SISTEMA OPERATIVO
Al primo avvio il sistema ha bisogno di essere configurato. Queste informazioni si riferiscono a Windows XP e possono variare da quanto richiesto da Windows 2000.

* Creazione degli utenti: viene richiesto di creare gli utenti che utilizzeranno il computer. E' necessario creare almeno un utente. Non viene richiesto l'inserimento di nessuna password per gli utenti; la creazione delle password avviene a sistema installato dal pannello di controllo.
* Configurazione dell'accesso a internet: viene avviata una procedura per configurare l'accesso ad internet. Questa procedura può essere saltata.


Nota: se queste opzioni non dovessero presentarsi, l'inserimento degli utenti va fatto da pannello di controllo
A questo punto il sistema si avvia. Se abbiamo inserito più di un utente compare la schermata di selezione degli utenti, altrimenti il sistema si avvia caricando automaticamente il profilo dell'unico utente del sistema.

PICCOLI CONSIGLI POST INSTALLAZIONE
Di seguito una piccola lista di consigli utili sulle operazioni da effettuare dopo l'installazione di Windows XP

* Ripristino delle icone del desktop:
Appena avviato il desktop presenta solamente il cestino sull'angolo in basso a destra. Un utente può trovarsi spiazzato da questa situazione, quindi vediamo come ripristinare le icone mancanti:
Cliccare con il tasto destro del mouse su un'area libera del desktop e selezionare la voce Proprietà, quindi dalla scheda che compare selezionare Desktop, premere il pulsante Personalizza desktop, nel tab Generale selezionare le icone da visualizzare nel gruppo Icone del desktop. Una volta applicate le impostazioni le icone saranno presenti sul desktop.
* Presentazione di Windows:
Al primo avvio del sistema ci viene proposto di visualizzare la presentazione. Se è la prima volta che lo installiamo può essere utile, divertente e informativo visualizzare la presentazione (è possibile visualizzare la presentazione animata o la presentazione non animata). In ogni caso consiglio di visualizzare la presentazione appena ci viene proposto; se non lo si fa ad ogni avvio del sistema ci viene proposta la visualizzazione della presentazione, finchè non ci decidiamo a guardarla.
* Attivazione del prodotto:
Viene richiesto di attivare il prodotto per poterlo utilizzare. L'utente ha 30 (trenta) giorni di tempo per effettuare questa operazione, dopodichè il sistema smette di funzionare (una volta avviato non ci fa più accedere, neanche come amministratore).
* Installare i driver della scheda madre:
E' opportuno installare i driver della scheda madre come prima cosa prima di effettuare qualsiasi altra installazione, in quanto, specialmente se si dispone di una scheda madre con audio e/o video integrati, vengono installati i driver audio e/o video, nonchè i driver di tutte le porte e tutte le funzionalità offerte dal produttore della scheda madre. Questa operazione va fatta per tutti i sistemi operativi.



INFORMAZIONI EXTRA
Automatizzare l'installazione del sistema Operativo
Se pianifichiamo di dover installare il sistema molte volte o se comunque ensiamo di dover riformattare in futuro e non vogliamo ogni volta stare davanti al computer per aspettare che il sistema ci chieda di inserire i dati per l'installazione possiamo utilizzare quanto descritto in questa guida. Le operazioni posso risultare un po' complicate agli utenti inesperti, quindi si consiglia di utilizzare la massima cautela nell'eseguire queste operazioni. Per chi volesse una fonte ufficiale può leggere le indicazioni della stessa Microsoft (in inglese).

Convertire una partizione Fat32 in una partizione NTFS
Per convertire una partizione da Fat32 a NTFS è sufficiente aprire il prompt dei comandi (Start -> Esegui -> Cmd) e digitare quanto segue:
Codice:
Code:
CONVERT C: /fs:ntfs

dove C è la lettera dell'unità da convertire. Una volta che il pc si riavvia converte automaticamente l'unità in NTFS senza intaccare i dati.



fonte http://www.pc-facile.com
__________________
__________________
REGOLAMENTO FORUM
GUIDE

Prima di chiedere CERCA nel forum
__________________
mikelino8217
---------------------


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 12-21-2006, 11:36 AM
mikelino8217 mikelino8217 is offline
Moderator, unemployed
 
mikelino8217's Avatar
 

Join Date: Oct 2005
Posts: 1,684
mikelino8217 is on a distinguished road
Exclamation Dual boot: re-installare 98/ME dopo Windows XP

Quando su di un PC sono installati due o più sistemi operativi, questi vengono gestiti da alcuni files, presenti nella directory radice del primo disco rigido (su partizione primaria/attiva). Questi sono: BOOT.INI; NTLDR; NTDETECT.COM; BOOTSECT.DOS. La mancanza o la corruzione di uno di essi rende inavviabile il sistema in multiboot.

Faccio notare che sò benissimo che, se necessario, si può recuperare un sistema operativo perfettamente funzionante se, si è creata in precedenza un'immagine della stesso (vi sono ottimi tools per far questo, sul tipo di Drive Image, Ghost, True Image), ma può capitare di voler rifare tutto ex novo, perchè, magari abbiamo sostituito la scheda madre, oppure perchè, più semplicemente, intendiamo installare software più aggiornato.

Premesso ciò...

Nell'eventualità in cui si debba re-installare (su "C", ovviamente) Windows 98/ME, quando Windows XP è già presente (presumibilmente su di un secondo disco (partizione primaria/attiva -"D") resta il problema rappresentato dal fatto che, una volta eseguito il setup di Windows 98/ME, Windows XP non sarà più accessibile. In realtà è sempre al suo posto, ma il menu di scelta (presente nel file Boot.ini) non sarà visibile (in realtà non c'è ancora). Non è sufficiente, come sapete, copiare semplicemente i files in questione. Innanzitutto vi serve annotare il seguente testo e salvarlo con il nome "Boot.ini" su di un floppy o dove preferite, così da poterlo recuperare al momento giusto...


.................................................. .................................................. ...........
[boot loader]
timeout=10
default=multi(0)disk(0)rdisk(1)partition(1)\WINDOW S
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(1)partition(1)\WINDOWS="Microsoft Windows XP" /fastdetect
C:\="Microsoft Windows 98"
.................................................. .................................................. ...........

Ora avviate Windows 98 ed inserite il cd di Windows XP, quindi lanciate il setup e dal menu selezionate "Nuova installazione". Windows comincerà ad elaborare la fase di pre-installazione (ancora in ambiente Windows). Al termine di questa procedura il sistema verrà riavviato. Ora fate attenzione! Non si deve proseguire la fase di setup, ma, alla comparsa del menu di scelta come da testo seguente...

.................................................. ..............................................
- Installazione di Microsoft Windows XP
- Microsoft Windows
.................................................. ..............................................

... con il tasto scorrimento selezionare "Microsoft Windows"

così da rientrare in Windows 98 o Millennium ed abortire di conseguenza l'installzione di Windows XP.

Nota bene: in effetti Windows XP è già presente ed in questo modo non è stato ancora toccato.

A questo punto recuperate il Boot.ini salvato all'inizio e sostituitelo (nella directory radice "C" del disco). Cancellate quindi le due cartelle presenti su "C" contenenti i file temporanei creati dall'installazione di Windows XP, or ora annullata, e quindi non più necessari.

Adesso, se riavviate il SO, avrete di nuovo la possibilità di selezionare Windows XP dal menu di scelta.


© Rosario Marcianò


fonte http://www.hwupgrade.it
__________________
__________________
REGOLAMENTO FORUM
GUIDE

Prima di chiedere CERCA nel forum
__________________
mikelino8217
---------------------


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 12-22-2006, 12:36 PM
mikelino8217 mikelino8217 is offline
Moderator, unemployed
 
mikelino8217's Avatar
 

Join Date: Oct 2005
Posts: 1,684
mikelino8217 is on a distinguished road
Exclamation Abilitare l'uso di MS-DOS sui PC con Windows XP

Windows XP ha segnato, anche per l'utenza comune, la fine degli stretti legami prima di allora presenti tra OS in interfaccia grafica (Windows appunto) e DOS. I motivi sono oramai noti, per cui non mi dilungo in ulteriori spiegazioni. In sintesi, si è cercato di rendere più stabile e meno vulnerabile il Sistema Operativo basandolo esclusivamente sul kernel NT.

Tutte le innovazioni, che siano in ambiente prettamente informatico o meno, comportano vantaggi e svantaggi. Un grosso handicap per gli OS basati su kernel NT, è rappresentato dal fatto che, allorquando si presenta un problema che ne impedisce il semplice avvio, ci si troverà, inevitabilmente in serie difficoltà, a meno di avere:

1) - Dimestichezza con la console di ripristino di Windows XP;
2) - Il cd di Windows contenente i file per l'uso della console di ripristino suddetta (nel caso di Computers Desktop acquistati presso grandi marche o nel caso di Notebooks non viene fornito il cd di Windows, ma uno o più dischi per il ripristino del sistema installato in fabbrica). In queste circostanze, sarà praticamente impossibile accedere ai dati presenti nel computer.

La soluzione che mi accingo a descrivervi, rappresenta un bel passo avanti, rispetto alla soluzione... Format C:
...e viene incontro anche agli utenti che hanno Windows XP installato su fat NTFS che, come è noto, non viene riconosciuto da DOS. Inoltre abilita il supporto per il lettore cd rom.

Metodologia

Supponiamo che si abbia un PC con un hard disk singolo su controller standard (IDE-ATA) e che Windows XP Professional sia l'unico OS installato sulla macchina.

Avremo quindi un file (BOOT.ini) che, preposto al caricamento del sistema (in abbinamento ai files NTLDR e NTDETECT.COM), sarà praticamente così:

[boot loader]
timeout=30
default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOW S
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOWS="Microsoft Windows XP Professional" /fastdetect

Il file BOOT.ini può essere aperto semplicemente da Blocco Note di Windows, andando su File | Apri, selezionando "C" (directory radice del disco) e digitando, alla voce: Nome File: "BOOT.ini".
In alternativa si può aprire da: Tasto destro su "Risorse de Computer" | Proprietà | Avanzate | Avvio e ripristino | Impostazioni | Modifica.

Modificatelo nel seguente modo (fatene prima una copia di backup):

[boot loader]
timeout=8
default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOW S
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOWS="Microsoft Windows XP Professional" /fastdetect
C:\ = "Microsoft MS-DOS"

NOTA BENE:
Affinché la modifica al file BOOT.ini corrisponda al caricamento di un sistema alternativo (nella fattispecie: MS-DOS), il disco o partizione ove sarà installato Windows XP deve contenere una base di files di avvio DOS, per cui il volume (una volta avviato il sistema con un disco floppy o cd di avvio) andrà formattato con la formula:
"Format C:/S" (senza virgolette) [dove lo swich /S esegue la copia dei file di sistema MS-DOS]
Non sarà quindi possibile utilizzare il cd di Windows, per formattare il disco, poiché questo non esegue la copia di file di avvio DOS.

Tenete presente che, se alla voce "timeout" corrisponde uno "0" dovete sostituirlo con un numero almeno superiore a "7".
La voce "timeout", come intuibile, rappresenta i secondi disponibili per la scelta del sistema.

In ogni caso, il menu di scelta appare solo al primo avvio di Windows (appena installato) e laddove non vi sia un multiboot tra diversi OS, i secondi vengono automaticamente portati al valore "0", cosicché è evidente che tale voce va' modificata certamente, al fine di poter visualizzare di nuovo il menu di scelta OS.

Ora dovete creare un floppy di avvio completo. Per far questo potete utilizzare un PC con Windows 98. Aprite la cartella "Command" dentro C:\Windows (C:\Windows\Command), abilitate la visualizzazione di tutti i file (da Visualizza | Opzioni cartella | Visualizza | Mostra file nascosti e di sistema) e copiatene il contenuto in una cartella "ad uso provvisorio" (se poi la conservate, forse è meglio...). Questi files andranno poi trasferiti nella directory radice (C) del computer con Windows XP installato.

In alternativa, cliccando con il tasto destro sull'icona del floppy disk, selezionare la voce "Formatta" e quindi... "Crea disco di avvio MS-DOS", avrete un risultato simile. In tal caso verrà creato un disco di avvio del tutto identico a quello creato da Windows Millennium.

Per avere accesso a volumi con NTFS, sarà sufficiente copiare nella directory radice del disco il contenuto del dischetto di avvio che viene creato dal tool ReadNTFS. Il programma è freeware, ma permette la sola lettura del disco. In alternativa vi sono altri prodotti a pagamento, che permettono sia la lettura che la scrittura su disco. In tal caso, non resta che copiarne le varie componenti su disco, così come già descritto più sopra.

Se Windows è installato in NTFS, è probabile che sia necessario creare una partizione in FAT 32 subito dopo la primaria, all'interno della quale copiare i file DOS. Questa verrà vista come "C", anche se in realtà è la lettera "D". Questo espediente dovrebbe permettere di avviare comunque i file di sistema MS-DOS, una volta selezionata la voce C:\ = "Microsoft MS-DOS"
nel menu di scelta.

In ogni caso, è sempre possibile creare un CD-ROM che utilizza gli stessi file DOS (non utilizza tools sul tipo del 911CD) e contiene tutte le utilities necessarie ad avviare operazioni di manutenzione e riparazione dei dischi e di Windows. Seguirà guida sulla sua realizzazione.

Per quanto mi riguarda (opinione che non è legge, quindi va presa come parere opinabile) considero l'uso del file system NTFS non così necessario, scevro comunque di grossi vantaggi (per una utenza home user), se escludiamo la criptazione dei dati ed una maggiore efficienza nell'uso dello spazio su disco, così da giustificarne l'utilizzo. Le difficoltà di accesso ai dati in caso di malfunzionamento del sistema Windows e gli irrilevanti vantaggi in prestazioni e stabilità, consigliano di rimanere alla FAT32.

E' importante che il file "Autoexec.bat", già presente in "C" sui sistemi con Windows XP, ma vuoto, abbia al suo interno almeno i seguenti comandi:

@echo off
mode con cp prepare=((850) ega.cpi)
mode con cp select=850
keyb it,,keyboard.sys
MSCDEX.EXE /D:OEMCd001
mouse > nul


Altro fattore importante: accertatevi di aver copiato anche i files "Mouse.exe" e "Mousedrv.ini", così da poter abilitare il supporto all'uso del mouse.

Per una maggiore completezza del lavoro, in modo da lasciare anche "pulita" la directory radice del disco "C", sarà opportuno dare l'attributo "Nascosto" ai files DOS copiati su disco.
A questo punto, nulla ci vieta, di utilizzare diversi tools (es. NTFSCHK, NDD, Partition Magic, Drive Image, Ghost, NTFSPro, ecc.), raccolti magari in una directory (es. Rescue) ed in relative sottodirectory di appartenenza.

In caso di necessità, sarà sufficiente, alla comparsa della schermata di scelta del sistema da avviare, selezionare

C:\ = "Microsoft MS-DOS"

per poter caricare in pochi secondi e senza l'utilizzo di cd o floppy di avvio, tutti i files necessari per lavorare in ambiente MS-DOS ed avere inoltre il supporto per il lettore ed il masterizzatore.


© Rosario Marcianò


fonte http://www.hwupgrade.it
__________________
__________________
REGOLAMENTO FORUM
GUIDE

Prima di chiedere CERCA nel forum
__________________
mikelino8217
---------------------


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote

  #4  
Old 12-22-2006, 12:38 PM
mikelino8217 mikelino8217 is offline
Moderator, unemployed
 
mikelino8217's Avatar
 

Join Date: Oct 2005
Posts: 1,684
mikelino8217 is on a distinguished road
Exclamation Guida al tweaking di Windows XP

vi linko una guida veramente completa per ottimizzare al massimo win xp e per effettuare installazioni personalizzate con solo quello che ci serve

http://www.hwtweakers.net/postt5168.html
__________________
__________________
REGOLAMENTO FORUM
GUIDE

Prima di chiedere CERCA nel forum
__________________
mikelino8217
---------------------


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Closed Thread







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 05:26 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.