Go Back   Forum > OT-Forum > OT - Forum

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 04-03-2006, 09:12 PM
sgt. pepper sgt. pepper is offline
Moderator
 
sgt. pepper's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Location: Abbey Road
Posts: 776
sgt. pepper is on a distinguished road
Default Hollywood rivoluziona se stessa: nuovi film subito online e in dvd

da Repubblica.it - 03/04/06

LOS ANGELES - Dopo tante discussioni, spesso astratte, sulla fruzione del cinema su internet, arriva una novità che rivoluziona davvero il mercato dei film. I colossi mondiali del settore, infatti, hanno raggiunto un accordo storico: tutte le pellicole in uscita nelle ****, dopo un tempo brevissimo - 45 giorni - saranno disponibili, in contemporanea, sulla Rete o in dvd. In altre parole: Hollywood s'arrende, e scommette decisamente sul mondo dei new media.
La svolta comincia col western gay Brokeback Mountain di Ang Lee, che da domani, negli Usa, potrà essere acquistato nei negozi oppure online. E per comprendere la portata dell'intesa, basta vedere i giganti che l'hanno sottoscritta: Warner Bros, Universal, Sony, Paramount, Mgm, 20th Century Fox. Assente almeno per ora Disney, unico tra gli studios a non apporre la sua firma. Ma non è affatto detto che il suo "no" sia definitivo: secondo gli esperti, il suo "sì" potrebe arrivare nei prossimi giorni - o settimane.
Questa unanimità, o quasi, non deve però ingannare: l'accordo è stato faticosissimo, sottoscritto dopo estenuanti discussioni tra le major. Preoccupate di tanti, possibili effetti collaterali negativi: dalla piaga della pirateria alla perdita di incassi nelle ****, che restano - specie sul mercato americano - una parte cruciale del loro business.
Poi, evidentemente, ha prevalso un principio di realtà: il cinema al cinema langue, non cresce o cala, mentre la domanda di dvd e di fruizione via internet aumenta in modo esponenziale. E allora, invece di combattere contro i mulini a vento, forse è meglio farsene una ragione. E provare a cavalcare la tigre, regolamentando il settore. Un po' come è avvenuto sul fronte musicale.
Sul piano concreto, sono due i punti fondamentali dell'intesa. Uno riguarda, appunto, il tempo: 45 giorni di forbice tra uscita della pellicola in sala, e ripubblicazione (online e in dvd). L'altro riguarda le modalità di acquisto via internet. Finora gli studios avevano accettato di mettere a disposizione online solo un numero limitato di film e solo per noleggio, pagando circa cinque dollari. Adesso sarà invece possibile diventare proprietari dei film scaricati legalmente, anche se con una serie di limitazioni che mostrano come la diffidenza di Hollywood verso la vendite online continui.
I film scaricati sulla memoria del computer (circa 1 gigabyte di spazio), attraverso il sito Movielink di cui le major sono proprietarie congiunte, potranno essere copiati su dvd. Ma i dischetti, per colpa di un codice di protezione voluto dagli studios, non potranno essere inseriti nei lettori dvd collegati alle tv. Potranno, insomma, essere visti solo sullo schermo del computer. Quanto ai costi, ufficialmente i film avranno lo stesso prezzo, online e nei negozi. Ma mentre i dvd sono venduti poi a prezzi ridottissimi dalle grandi catene, su internet non ci saranno sconti.
"Discriminazioni" anche sul piano dei contenuti. I titoli acquistati sulla Rete, infatti, non avranno gli extra, cioè i contenuti speciali che hanno contribuito a fare la fortuna del mercato dei dvd. Per scaricare i film online ci vorrà, anche nel caso di collegamenti superveloci, almeno un'ora di tempo. Ma i consumatori potranno cominciare a vedere il film sul computer pochi minuti dopo l'inizio del downloading (senza dover aspettare la conclusione della operazione).
Sarà possibile trovare su internet anche film classici, che potranno essere acquistati e scaricati sui computer a prezzi molto inferiori, per circa 10 dollari.
Certo, solo il tempo potrà dire quanto le precauzioni antipirateria reggeranno alla prova della realtà. Quel che è certo è che l'accordo di oggi vede nascere una vera nuova frontiera, nella fruizione cinematografica. E solo il tempo potrà dire se, tra **** e visione domestica (via computer o sulla tv), ci sarà una sana convivenza. O se la magia del grande schermo è destinata a tramontare.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 04:41 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.