Go Back   Forum > Tecno-Cool > Sicurezza

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 08-01-2007, 02:40 PM
yatta yatta is offline
attualmente out
 
yatta's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Location: I live in peace
Posts: 3,619
yatta is on a distinguished road
Default Italia nel mirino: altri siti web compromessi?

“La sicurezza informatica, in Italia, non sembra essere la priorità per gli amministratori e gestori di siti Internet. Ne è la prova che il nostro Paese è nei fatti uno fra i più bersagliati dagli attacchi informatici”

Il panorama italiano della sicurezza informatica non sta godendo di ottima salute, così come riportano i maggiori siti internazionali. Secondo alcune società di sicurezza lo stivale d'Europa sarebbe al centro di continui attacchi informatici ai siti web.

Tornando indietro di qualche mese, infatti, è stato possibile vedere come alcune società che forniscono servizi di hosting siano state prese di mira da pirati informatici che sono riusciti, attraverso modalità sconosciute, ad avere accesso ai siti web ospitati e ad iniettare all'interno del codice html dei javascript offuscati o iframe nocivi.

Prima Hosting Solutions, che si è visto modificare centinai di siti web tra cui il sito del noto cantante italiano Roberto Vecchioni. Poi è stato il turno di Aruba con l'attacco ribattezzato dalle società di sicurezza come italian job, nel quale migliaia di siti web sono stati compromessi.

Un trend, quello degli attacchi ai siti web, che si va ad unire ad un'altra moda già molto diffusa nel corso dello scorso anno e principale vettore di attacco di Gromozon e di un altro rootkit, denominato dalla società di sicurezza inglese Prevx Rootkit.DialCall. Secondo Prevx, sembrerebbe che i due vettori di attacco stiano ora convergendo o, perlomeno, tra i team di pirati informatici che ci sono alle spalle sembrerebbe esserci qualche forma di dialogo.

Infatti, dopo il sito di Vecchioni, un'altra famosa cantante italiana avrebbe visto compromesso il proprio spazio web: Carmen Consoli. Il sito contiene infatti un frame che reindirizza i bmsrowser verso un altro IP contenente degli exploit per installare automaticamente malware all'interno del pc dell'utente ignaro.

Una volta eseguito il giusto exploit, riporta Prevx, vengono installati due malware all'interno della directory principale di Windows, sottoforma di svchost.exe e svchost.dll. Da non confondere con il legittimo file svchost.exe presente all'interno della directory di sistema di Windows, il falso svchost.exe è infatti un vettore di infezione che scarica altro malware all'interno del pc, mentre svchost.dll contiene funzionalità di rootkit user mode per nascondere il processo del malware ed alcune chiavi di registro.

Il malware scarica poi un adware all'interno del sistema ed un dialer appositamente studiato per le linee italiane. Come sottolinea la società inglese, se di per sé il rischio per chi naviga con il sistema correttamente aggiornato e protetto è minimo, è altrettanto vero che molte sono le persone che non aggiornano il sistema operativo Windows o i software installati su di esso. Se a ciò si aggiunge che si tratta del sito di una nota cantante italiana e molti utenti non possono usufruire di connessione a banda larga per cui utilizzano ancora modem analogico - vittima prescelta del dialer - il rischio, in termini di denaro, si eleva notevolmente.

"Se i pirati informatici tempo fa attaccavano i siti web per il semplice scopo di far vedere come fosse possibile farlo (defacing), ora invece hanno capito come poter creare un danno reale agli utenti iniettando malware in siti web affidabili" ha dichiarato Marco Giuliani, malware analyst per Prevx, il quale ha poi continuato affermando che la sicurezza di un sito web non deve essere presa alla leggera poiché - sia si tratti di una società di hosting o un semplice utente che vuole mettere su un server - non si tratta più esclusivamente di un loro problema se avviene un attacco ma si mette in pericolo qualunque navigatore sfogli il sito web credendolo un posto sicuro e rischiando, invece, di ritrovarsi il pc infetto.

Fonte: Prevx

Fonte


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 08-01-2007, 04:17 PM
corso corso is offline
Senior Member
 
corso's Avatar
 

Join Date: Jan 2007
Location: RIO DE JANEIRO
Posts: 2,547
corso is on a distinguished road
Default

siamo messi proprio male. chissa' forse sono proprio i creatori di software anti mal, ad, root, key ecc.. ecc.. che creano sti casini per sviluppare e vendere i propri prodotti.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 08-01-2007, 07:30 PM
djvezz82 djvezz82 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Milan
Posts: 1,783
djvezz82 is on a distinguished road
Default

Quote:
Originally Posted by corso
siamo messi proprio male. chissa' forse sono proprio i creatori di software anti mal, ad, root, key ecc.. ecc.. che creano sti casini per sviluppare e vendere i propri prodotti.


Ho proprio paura che hai ragione Corso...ormai il mondo è dei furbi, basti pensare che i piromani dei boschi sono quelli che vanno poi a spegnere l'incendio per farsi pagare la chiamata....ad esempio..

Comunque per esempio tempo fa mia nonna mi disse che voleva che gli stampassi una ricetta dal sito di Rosanna Lambertucci...beh, appena mi collego avast strombetta che aveva rilevato un trojan!!! Ma pure la Lambertucci????!!!!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 08:34 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.