Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 04-11-2008, 02:56 PM
yatta yatta is offline
attualmente out
 
yatta's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Location: I live in peace
Posts: 3,619
yatta is on a distinguished road
Default Si allarga il fronte che contesta la leggitimità delle elezioni politiche

Si allarga il fronte che contesta la leggitimità delle elezioni politiche del 13 e 14 aprile

11/04/2008 - Italia - Si allarga il fronte della contestazione rispetto alla legittimità dello svolgimento delle elezioni politiche del 13 e 14 aprile 2008 che da più parti vengono definite totalmente illegali. E' di quest'oggi infatti (11 aprile 2008) una conferenza dello SNARP, in cui il suo Presidente prof. Francesco Petrino, presenterà le varie iniziative giudiziarie incardinate contro le prossime elezioni politiche di cui viene chiesto fin d'ora l'annullamento. Ed in tal senso è già stato presentato un ricorso ex art. 700 cpc avanti il Tribunale di Napoli, di cui si attende l'esito.
L'attività giuridica è coordinata dalla dott.ssa Ornella Forni Mariani, docente di Storia del Medioevo, che si avvale della collaborazione dell'On. Avv. Alberto Simeone, docente di diritto penale; del Prof. Avv. Ciro Centore, docente di diritto amministrativo; del Prof. Avv. Marina Flocco.
Prosegue inoltre la contestazione da parte della Democrazia Cristiana di Angelo Sandri, che dopo il ricorso in sede amministrativa presentato avanti il T.A.R. del Lazio, respinto dallo stesso per propria incompetenza a giudicare, intende eccepire l'impossibilità di presentare ricorso avverso decisioni emesse da organismo politico non considerabile super partes (Ufficio elettorale presso il Ministero dell'Interno). Questo grave vuoto normativo - sostiene Angelo Sandri - determina anche per questo aspetto l'incostituzionalità della legge elettorale vigente (legge n. 270 del 21/12/2005).
L'attività giuridica viene seguita per la Democrazia Cristiana di Angelo Sandri dall'Avv. Nicola Maione (Roma), dall'Avv. Simona Serafini (Roma), dall'Avv. Luigi Pagani (Milano), dall'Avv. Luigi Nardo (Milano), dall'Avv. Goffredo Alviano Glaviano (Roma), dall'Avv. Roberto Cianci (Udine), con la consulenza esterna dell'Avv. Roberto Arnoldi (Milano) e del prof. Pasquale Landi (Roma).
Anche la Democrazia Cristiana di Giuseppe Pizza si è schierata apertamente per questa ipotesi, tanto da ottenere un importante pronunciamento da parte della V sezione del Consiglio di Stato che di fatto la riammetteva alle elezioni, provvedimento poi frettolosamente rientrato anche per la rinuncia dello stesso Pizza (come peraltro "suggerito" da Berlusconi), oltre che per la decisione assunta dalla Corte di Cassazione.
L'attività giuridica viene seguita per la Democrazia Cristiana di Giuseppe Pizza dall'Avv. Angelo Schiano (Roma) e dall'Avv. Pino Laurenzi (Roma).
Un gruppo di dirigenti apicali della Democrazia Cristiana, composto da Silvio Fregonese (Venezia), Patrizia Vrenna (Milano), Paolo Maiolino (Rimini), Alberto Ceolato (Torino) e altri, ha azionato la procedura del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica (ex art. 8, legge 1199 del 1991) chiedendo la riammissione alla competizione elettorale delle liste della Democrazia Cristiana ed in subordine l'annullamento dei risultati scaturiti dalle stesse. Il ricorso viene seguito dall'Avv. Salvatore Crimi, del foro di Torino.
Anche il Movimento politico della Sovranità Popolare, con sede a Roma e coordinato da Sergio De Bari e Massimiliano Metalli, si è schierato contro la legittimità e corretto svolgimento di queste elezioni politiche, così come il Movimento dei Diritti Civili, con sede a Milano, coordinato dal Segretario nazionale Dott. Antonino Magistro.
Infine va menzionata l'opinione sostenuta con forza anche in queste settimane di campagna elettorale da parte dell'On. Avv. Luigi Alfonso Marra (Napoli) relativa alla nullità delle elezioni politiche del 13-14 aprile 2008. L'On. Marra sostiene che siamo di fronte ad un Parlamento tecnicamente illecito, ancorchè eletto attraverso il voto. E' infatti notoria - sostiene l'On. Marra - la illiceità della situazione di fatto creatasi per la violazione dell'articolo 1 e dell'articolo 51 della Costituzione ('art. 1sovranità appartiene al popolo e art. 51 uguaglianza dei cittadini nell'accesso alle cariche elettive).
La Democrazia Cristiana ha istituito per l'occasione un "call center" per consentire un coordinamento delle varie iniziative giuridiche e politiche contro la legittimità delle prossime elezioni politiche del 13 e 14 aprile 2008. E' infatti possibile rivolgersi telefonicamente per adesioni o informazioni al tel. 06-45214784 oppure al fax 06-45214785 o anche telematicamente a segreteria.nazionale@dconline.info. Ulteriori informazioni sono desumibili dal sito internet della Democrazia Cristiana www.democraziacristianaonline.info .

Fonte


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 04:22 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.