Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 04-11-2008, 03:05 PM
yatta yatta is offline
attualmente out
 
yatta's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Location: I live in peace
Posts: 3,619
yatta is on a distinguished road
Default Berlusconi e Veltroni: si' a convergenza su riforme, ma niente inciuci

Berlusconi e Veltroni: si' a convergenza su riforme, ma niente inciuci

"Le grandi riforme dell'architettura istituzionale di cui il paese ha bisogno spero di farle assieme". Così Silvio Berlusconi, nel corso di Porta a Porta, risponde a chi gli chiede se sia possibile riprendere il dialogo sulle riforme. "Noi già le facemmo ma vennero bocciate dalla sinistra, ora vedo che hanno cambiato idea e le ripropongono".

Sulla convergenza per le riforme è d'accordo lo stesso Walter Veltroni, che oggi a Milano, tra gli impegni elettorali, ha avuto il tempo di incontrare l'attore George Clooney, che è un suo sostenitore.

"Le parole che vengono dette in questi giorni - ha spiegato il leader del Pd - naturalmente non aiutano il dialogo istituzionale. Per quanto mi riguarda non ho cambiato posizione: chi vince governa, nessun inciucio, nessuna larga coalizione. Poi sulle riforme bisogna trovare un punto di convergenza".

Veltroni insiste sulle parole dette da Berlusconi a proposito del Presidente della Repubblica (ieri aveva ipotizzato la cessione di una Camera all'opposizione in caso di dimissioni di Napolitano). "Aver negato l'impegno sulla lealtà repubblicana che avevo proposto, strizzare l'occhio alla secessione - ha continuato Veltroni - non avere il coraggio di dire che il tricolore e l'inno nazionale sono i simboli sui quali tutto il suo schieramento si riconosce sono cose che pesano".

Durante la registrazione della trasmissione Otto e mezzo in onda domani sera su La7 Silvio Berlusconi è tornato a chiarire sul tema:."Non daremo il Senato alla sinistra perché delle tre cariche più importanti ha quella più importante: il Quirinale".

Il candidato premier del Popolo della libertà, ha espresso poi tutta la sua "stima" e il suo "rispetto" verso il capo dello Stato: "Il capo dello Stato resterà al suo posto - afferma il Cavaliere - gli auguro di finire meravigliosamente il suo settennato".

Fonte


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 01:06 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.