Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #61  
Old 01-08-2008, 08:13 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default Immondizia campana, ecco i responsabili.

Premesso che non voglio difendere il csx, per onestà bisogna ammettre che le resposnabilità in questo affare sono di tutti.
Sono del precedenti governi e giunte varie che non hanno dotato la Camapania di un sistema efficiente di raccolta rifiuti e chidendo discariche come quelle di Pianura hannno dismesso il vecchio sistema prima ancora di soppiantarlo con uno nuovo come ad esempio la raccolta differenziata.
Sono dell'attuale Governo e Regione che non è stato capace di risolvere la situazione in un tempo adeguato e non ha scaricato per tempo l'Ipregilio.
Sono dei politici concussi con la Camorra che hanno bloccato i lavori del Governo e delle giunte regionali e comunanli.
Sono della popolazione campana che con continue proteste e blocchi stradali hanno contribuito loro malgrado a fare il gioco della Camorra.
Sono della Camorra che vuole mantenere questa situazione per avere un mercato di smaltimento rifiuti nel quale operare senza regole, in semi-clandestinità, guadagnando a scapito della salute dei cittadini.
Sono dell'opposizione che strumentalizza il tutto per dare spallate e Bassolino, Prodi e Jervolino senza però offrire proposte serie ed alternative valide.
Sono dei media che informano poco e male sulla situazione, stigmantizzando certi aspetti ( responsabilita del csx e reazione della popolazione locale) e affumica altri aspetti (il ruolo della camorra,dei concussi, e dell'Impregilo nonchè la passiva propositività dell'opposizione) fomentanto così rivolte popolari finalizzando il tutto agli scopi dell'opposizione e giovando la Camorra.
Sono dell'Impregilo (gestore dello smaltimento dei rifiuti campani e azienda che avrebbe dovuto fare anche il Ponte sullo Stretto di Messina*) concussa con la Camorra che smaltisce poco e male i rifuti e dei suoi soci, imprenditori del Nord che forse fanno il gioc di Lega ed ex CdL oltre che della stessa Camorra.
Sono infine dei alcuni dipendenti disonesti di Impregilo e di altre aziende di smaltimento che dannegiano i mezzi per non uscire a fare la raccolta e dedicare così il loro tempo a fare un secondo lavoro rubando lo stipendio!

Ora su questo forum ho letto di tutto e di più e si parlato anche all'eccesso di come smaltire i rifiuti e risolvere l'emergenza campana.
In ogni caso discariche come quelle di Pianura vanno riaperte, perchè un nuovo sistema sula diffrenziata od altro e la riduozine dei rifiuti tossici ala fonte in funzione vadano a pieno regime ci vogliono anni, quì a Beinasco (TO) ce ne sono voluti 5 partendo da una differenziazione pre-esistente aal 35% ed ora siamo al 67% dei rifiuti riciclati.
Il tutto von costi iper.maggiornati per la raccolta (www.covar14.it) che dicerto la Campania e Napoli non possono sopportare a meno di finanziamenti del Governo....
Ciò significa che in Campania per risolvere la situazione senza l'uso di termovalorizzatori e riapertura temporanea di discariche ci vorrebbero almeno 10 anni durante i quali i cittadini dovrebbero continuare a vedere i cumuli di immondizia sotto casa con gravi rischi di incolumità pubblica e sdi alute.
Con discariche ed inceneritori ci vorremro al massimo 1 anno e mezzo. E' ovvio che la differenziata andrà fatta comunque...




*Ringraziamo la sx radiclale se non regaleremo 4 miliardi di Euro alla mafia per un ponte che poi magari crollava perchè fatto con materiale scadente, come spesso capita con le oper made in Cosa Nostra e Co.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #62  
Old 01-08-2008, 09:49 PM
mimmo-44 mimmo-44 is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2006
Location: germania
Posts: 936
mimmo-44 is on a distinguished road
Wink Tutti???

Ma ascoltandoli nessuno e colpevole fanno a scaricabarile,alla fine sai di chi e"la colpa ?dei cittadini napoletani che buttano (a"munnezza)in mezzo alla strada non sapendo dove metterla.questo sara"il verdetto definitivo il tempo mi dara"ragione vedrai tanto il detto dicelo zoppo ci rimise la gamba)


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #63  
Old 01-09-2008, 12:01 AM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

articolo interessante sugli interessi a riaprire a pianura la discarica:
http://www.ecostiera.it/index.php?o...tionid=&idvis=1

tanto per chi dice che è una soluzione voluta per il nostro bene.

ricordo ai napoletani che domani c'è una fiaccolata (che parte pacifica) per chiedere la partenza da subito della raccolta differenziata vera. subito... primm'e mò come si dice qui. senza questa decisione come premessa neanche i termovalorizzatori possono funzionare, e le dicsariche servono a spostare li quello che oggi c'è qui, per far spazio qui a nuova munnezza che dovrà essere spostata in altri lì domani e domani ancora e ancora.....
da piazza del gesù alla prefettura ore 17.30
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #64  
Old 01-09-2008, 12:12 AM
romans romans is offline
Senior Member
 
romans's Avatar
 

Join Date: Jan 2006
Location: Roma
Posts: 2,461
romans is on a distinguished road
Default

Malcom, a parte il voler riconoscere sempre con riserva l'evidenza pur di tenere su comunque il carrozzone ora la questione è chi paga?

Hai idea della gravità di quello che è successo e delle relative responsabilità?

Solo come "minimo", tutta sta bella gente deve andare a casa nessuno escluso, non so se intendo perchè il primo e massimo responsabile è chi amministra ricordatelo malcom, anche se ti è difficile lo so. O si cambia gente e sistema o finirà sempre allo stesso modo!

A te (e a chi amminestra) che vuoi che cambi ora barattare un migliaio di malati di tumori per altri "soli" cento... nulla.. se non sarà addirittura un merito.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #65  
Old 01-09-2008, 02:16 AM
breunzo breunzo is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2005
Location: Serapo beach
Posts: 1,152
breunzo is on a distinguished road
Default

Incenerire è un po' morire

Ancora una volta, parole chiare sulla questione dei rifiuti. Continueranno a chiudere le orecchie?
L'inceneritore è una macchina due volte tossica. In primo luogo è tossica perché rilascia scorie pericolose che vanno sotterrate in discariche ad hoc, mentre il resto (quattro quinti) se ne va in fumo. Non sparisce, ma si disperde nell'aria e poi ricade sui nostri polmoni, sulle cose che mangiamo, sul terreno dove passeggiamo o giochiamo.
È vero che un inceneritore ben gestito produce meno inquinanti di uno svincolo autostradale o di un ingorgo automobilistico. Ma i rifiuti sono un materiale poco omogeneo, con grandi variazioni di potere calorifico: basta uno sbalzo di temperatura e l'abbattimento degli inquinanti va in tilt. Sempre nella speranza che nel materiale conferito non siano state nascoste sostanze tossiche, cosa ormai verificata per le «ecoballe» della Campania.

Affidereste voi il funzionamento di una macchina così pericolosa a chi ha gestito i rifiuti campani negli ultimi decenni? Ma l'inceneritore è tossico soprattutto perché inquina il cervello di molti amministratori locali e governanti nazionali, che aspettano da quella macchina, e non dalla riorganizzazione del ciclo dei rifiuti attraverso la partecipazione e il coinvolgimento diretto dei cittadini - cioè di coloro che i rifiuti li producono - una miracolosa soluzione del problema. Dal Presidente della Repubblica a quello della Giunta regionale, dai nove commissari straordinari che si sono succeduti in quattordici anni al posto di comando dei rifiuti campani agli opinionisti di tutti gli organi di informazione, fino ai politici che intasano i tg, è tutto un sol coro: il problema si risolverà quando entrerà in funzione il cosiddetto «termovalorizzatore», cioè l'inceneritore. Come si fa nei paesi «moderni». Per il momento beccatevi la munnezza e guai a chi, dimostrando incompetenza e mancanza di spirito civico, protesta.

E' quindici anni che il commissario straordinario da una parte dilapida i soldi (due miliardi di euro!) e dall'altra cerca buchi, o spiazzi, o cave, possibilmente controllate dalla camorra, per sistemare i rifiuti che continuano a venir prodotti. Aspettando Godot: cioè l'inceneritore. Anzi, gli inceneritori. Nel primo piano regionale di gestione dei rifiuti campani del 1994, gli inceneritori dovevano essere tredici; poi sono stati ridotti a tre; poi a due, poi a uno, quello di Acerra, ancora in costruzione nel territorio più inquinato di tutta l'Europa. Un altro ne dovrebbe sorgere, tanto per non sbagliarsi, a quindici chilometri di distanza. I siti dove costruirli, come quelli dove collocare i cosiddetti Cdr e dove stoccare le ecoballe sono stati scelti - lo prevedeva il capitolato di gara indetta dalla giunta di Rastelli - dalla ditta vincitrice della gara: la Fibe (leggi Impregilo; cioè famiglia Romiti: nel periodo in cui costui dettava ancora legge alla Fiat) che ha comprato i terreni agricoli più degradati e per questo poco costosi, e poi ha messo a carico del Commissario i fitti mostruosi dei terreni dove si accumulano le ecoballe; terreni preventivamente acquistati a prezzi stracciati dalla camorra.

La Fibe aveva presentato il progetto tecnico peggiore, ma si era aggiudicata l'appalto - in pratica la gestione di tutti i rifiuti campani - garantendo di realizzare l'inceneritore in meno di un anno: una cosa che anche uno studente della terza geometri sa che è tecnicamente impossibile. Ma il commissario aveva fretta di avere l'inceneritore per risolvere finalmente il problema. Ed ecco il risultato. Un mese dopo l'aggiudicazione aveva già concesso la prima proroga. Oggi la Fibe, dopo 10 anni, è stata esautorata dal suo incarico - una cosa che Bassolino avrebbe dovuto fare otto anni fa - e le è stato vietato di occuparsi dei rifiuti per i prossimi anni. Ma la prima gara per sostituirla è andata deserta. Così, a completare l'opera è sempre la Fibe, e la seconda gara verrà verosimilmente vinta dall'Asm di Brescia: quella che ha costruito il più grande inceneritore d'Europa (dopo quello di Acerra) in violazione della normativa europea sulla valutazione d'impatto ambientale (Via).

E' questa la modernità che tutti aspettano? Nel frattempo era cominciata la farsa della raccolta differenziata (Rd): una manna per creare clientele con finti lavori. La Rd dei rifiuti urbani non è una cosa che si aggiunge alla raccolta ordinaria; così come un commissario straordinario per la gestione dei rifiuti non può aggiungersi ai molti organismi che già se ne occupano. O li sostituisce esautorandoli, e coinvolgendo invece la popolazione servita, così come la Rd investe tutta la produzione di rifiuti e richiede il coinvolgimento di tutti; oppure non serve a niente; fa solo danno e si risolve in puro spreco. Invece, a «disputarsi» la raccolta dei rifiuti in Campania per molti anni ci sono state alcune migliaia di lavoratori socialmente utili (Lsu) in carico alla Regione (molti erano gli eredi dei comitati dei disoccupati organizzati degli anni '70, gente costretta a fare il disoccupato organizzato di mestiere per una vita intera): alcuni ingaggiati dalla giunta di destra; altri da quella di centrosinistra; eri un Lsu di Rastelli oppure un Lsu di Bassolino; poi c'erano gli Lsu dei consorzi (istituiti dal Piano regionale del '94) che non hanno mai funzionato; poi c'erano gli Lsu in carico ai comuni, i quali, però, spesso avevano alle proprie dipendenze anche dei netturbini e/o avevano appaltato la raccolta a ditte esterne. Si era così arrivati ad avere fino a 20mila addetti in aggiunta a quelli ordinari.

Nessuno voleva cedere ad altri una fetta del proprio potere: cioè delle proprie clientele e per raccogliere i rifiuti ai lavoratori ingaggiati in via straordinaria non venivano dati, nonché camion e bidoni, nemmeno secchielli e palette. Per molti il lavoro era andare nelle scuole a spiegare agli studenti che cos'è la Rd che non si faceva. Così la Campania è rimasta per molti anni al 3 per cento di Rd e se oggi ha raggiunto il 15 (20 punti percentuali sotto l'obiettivo minimo previsto dalla legge, in attesa del 65 per cento prescritto per il 2012), il merito è solo dei sindaci di centocinquanta comuni campani che si sono rimboccati le maniche. C'è da stupirsi che in tutto questo bailamme, con camion che spariscono (non uno, ma una cinquantina) sotto gli occhi dei commissari, che sono stati anche dei Prefetti, cioè degli uomini d'ordine, senza che questi battessero ciglio; con remunerazioni per il governatore-commissario che, se abbiamo letto bene, hanno superato il milione di euro all'anno; con consulenze e finti lavori che hanno incistato l'ufficio del commissario nei gangli del potere locale al punto che oggi, per smantellarlo, si è ritenuta necessaria la nomina di un secondo commissario che si occupi solo della sua liquidazione; c'è da meravigliarsi se in tutto questo anche la camorra ha reclamato la sua parte?

Non è la malavita organizzata che corrompe l'amministrazione, ma è la cattiva amministrazione che richiama la camorra come il miele le mosche. Perché ormai cambiare gli amministratori è quasi impossibile: il sistema è bloccato. Cacciare Bassolino per tornare a Rastelli o a qualche suo sostituto? Cacciare la Jervolino per avere Martusciello? O viceversa? «A che pro?», si chiede qualsiasi persona di buon senso. E i napoletani di buon senso ne hanno da vendere.

Il problema che non entrerà mai nella testa dei governanti fino a quando non glielo faranno capire i cittadini, a cui però si fa di tutto per confondere le idee, è che i rifiuti sono un flusso: tante cose entrano nelle nostre case o nella nostra vita sotto forma di consumi; tante ne devono uscire, e in tempi sempre più brevi, sotto forma di rifiuti. Se mi si allaga la casa, prima di decidere dove strizzare i panni con cui cerco di asciugare il pavimento vado a chiudere i rubinetti. Lo stesso dovrebbe succedere con i rifiuti. Non è una cosa difficile da capire. L'inceneritore di Acerra (il più grande d'Europa) se mai entrerà in funzione nel 2009, e se mai i cittadini di Acerra o l'Unione europea gli permetteranno di bruciarle, ci metterà cinque-sette anni a smaltire i cinque milioni di ecoballe accumulati finora; nel frattempo se niente cambia se ne saranno accumulate altrettante che l'inceneritore di Santa Maria La Fossa, se mai sarà fatto, potrà cominciare a smaltire tra non meno di quattro anni; mentre il nuovo commissario, o chi per lui, continuerà a girare per la Campania alla ricerca di nuovi buchi dove sotterrare i rifiuti delle nuove emergenze.

Si chiede l'intervento dell'esercito (quasi una guerra: contro i rifiuti. O contro gli abitanti della Campania?) e non si ha il coraggio, e nemmeno l'idea, di proibire, almeno temporaneamente, la distribuzione di prodotti usa e getta e di merci imballate in contenitori inutili, a partire dall'acqua cosiddetta minerale che molte volte è più inquinata di quella del rubinetto. Ci si chiede come una persona intelligente e osannata come Bassolino possa essersi fatto sopraffare da un problema che ingigantiva giorno per giorno in quel modo davanti al suo naso. Ma è nella natura del potere chiudere gli occhi di fronte all'evidenza. Un altro personaggio altrettanto potente e osannato sta rimettendo in piedi la produzione italiana di automobili senza voler vedere che il prezzo del petrolio e il suo esaurimento metterà in ginocchio tutto il settore proprio quando lui penserà di aver risolto i problemi della sua azienda.

http://www.megachip.info/modules.ph...icle&artid=5566


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #66  
Old 01-09-2008, 11:47 AM
mimmo-44 mimmo-44 is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2006
Location: germania
Posts: 936
mimmo-44 is on a distinguished road
Question Daccordo tutti!

Che le vere balle nocive non sono interrate a pianura ma sono quella massa di politici che hanno ridotto una citta al limiti della decenza.allora cosa fare,abolire il clientelismo che sono serbatoi di voti,e mettere delle persone che al di la" della politica risolve i problemi che si presentono avendo poteri di contropporsi a politici con argomenti e non con ideologie.solo cosi si puo sperare di incominciare a risolvere una buona parte del problema.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #67  
Old 01-09-2008, 08:53 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Quote:
Originally Posted by ABNormal
ma chi te l'ha detta sta ca##ata? i napoletani continuano a mettere tutt'oggi la roba nelle campane ma lo svuotamento non viene fatto in modo differenziato (insomma passa il camion e carica tutto quel che trova, differenziato o meno... anzi passava, ora neanche passa più)


ma quante fesserie dici malcom. stranamente di favori alla camorra oggi ne parli solo tu e mastella. la camorra ha interesse a rimuovere rifiuti facendosi pagare per farlo, e magari imbottendo le operazioni con prodotti illeciti. se i rifiuti restano per strada loro hanno grosse difficoltà a movimentare camions per la regione.
ma non è per quello che la gente protesta. pianura è tanto satura che oggi hanno dovuto sospendere i lavori di sbancamento perchè in ogni dove toccavano ne scaturivano liquami tossici, figli dei quaranta anni di discarica non ancora bonificati. toccare e riaprire un'area così devastata rischia di smuovere anche quello che attualmente giace di ultra-tossico, per di più aggiungendo nuova munnezza sopra. il tutto a pochi passi da abitazioni.
la realtà è che bassolino ha le ore contate, e appresso a lui la sig.ra mastella, la miss regione campania. ecco perchè tu parli così ed ecco spiegato la disperazione del ceppalonico. mi auguro che bassolino finisca la storia e spero, per umana pietà, anche integro. ma sta giocando con fiammiferi e dinamite. mercoledì una manifestazione di protesta, da piazza del gesù a sotto la prefettura. rulli di tamburi, gente.
qui finisce male. i napoletani hanno una caratteristica "vesuviana": sopportano fin troppo, senza reagire (ed è un difetto). ma poi esplodono con violenza estrema. l'aria che tira è quella di una città che inizia a vibrare di rabbia. basta poco perchè qui finisca male.


Quando si leggono i mie posto siete pregati leggerli per intero. C'era un evidente premessa in cui escludevo di difendere il PD. Poi nei rimi due punti critico la sinistra quindi è essurdo affermare che sono preoccupato della caduta di Bassolino o Prodi. Yanto non sarò Berlusconi a vincere le elezioni e ciò mi basta.
Interesse della Camorra è avere innazitutto dei rifiuti da raccogliere e con l'emergenze la trattativa diventa privata e non si fanno le gare, a tutto vantaggio di chi vuole favorire aziende della Camorra!
Bloccando i camions delle immondizie come fanno i dimostranti quindi si fà il gico della camorra! Chiaro ora?
Quanto la differenziata fino a quelche anno fà a Napoli nessuno la rispettava, si continuava a fare il solito sacco dell'iondizia.
Forse oggi con quello che è sucess hanno capito l'importanza della differenziata!
Vi siete già dimenticati certe immagini TV che immortalavano la gente beccata sul fatto e i vigili beccati a non multare?


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #68  
Old 01-09-2008, 09:16 PM
romans romans is offline
Senior Member
 
romans's Avatar
 

Join Date: Jan 2006
Location: Roma
Posts: 2,461
romans is on a distinguished road
Default

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
Quando si leggono i mie posto siete pregati leggerli per intero. C'era un evidente premessa in cui escludevo di difendere il PD. Poi nei rimi due punti critico la sinistra quindi è essurdo affermare che sono preoccupato della caduta di Bassolino o Prodi. Yanto non sarò Berlusconi a vincere le elezioni e ciò mi basta.


E io infatti ho detto "con riserva".

Quote:
Sono dell'attuale Governo e Regione che non è stato capace di risolvere la situazione in un tempo adeguato e non ha scaricato per tempo l'Ipregilio.
Sono dei politici concussi con la Camorra che hanno bloccato i lavori del Governo e delle giunte regionali e comunanli.


Non è una questione di mera "capacità", perchè i politici "concussi" (dovresti dire corrotti) con Regione (vedi bassolino) non sono due cose distinte (l'uno che blocca l'altro); insomma c'era da aspettarsi qualcosa di meno vago e toni un tantinello più netti che ne dici, visto il problemuccio "creato".


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #69  
Old 01-09-2008, 11:13 PM
mimmo-44 mimmo-44 is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2006
Location: germania
Posts: 936
mimmo-44 is on a distinguished road
Default Non per difendere Bassolino!

se si fa una cerchia di tutti i politici che hanno gestito il problema rifiuti e si mette Bassolino al centro poi dire a tutti la biblica fraseCHI NON HA PECCATI LANCIA LA PRIMA PIETRA)Credetemi Bassolini ne uscira dalla cerchia indenne.Lui per adesso e quello che deve pagare per tutti.Anche se le sue non decisione lo hanno portato a questo.Il suo errore e stato di non dimettersi quando le sue decisioni non venivano considerate ed attuate.adesso e bene che viene giudicato e punito se ne e"il caso, ma siccome il cerchio e molto largo dei politici collusi e corrotti il caso finisce in una bolla di sapone.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #70  
Old 01-09-2008, 11:38 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default per accusare Bassolino...

sto indagando e preparando un piccolo servizio su una società che da anni controlla la creazione dei palchi, di ponteggi con tubi innocenti in campania.
ho avuto rivelazioni che confermano le voci che mi erano giunte sul fatto che questa fortunata e vincente società sia praticamente del Gov. e da anni non c'è una festa di piazza o lavoro pubblico che non li veda alzar ponteggi.
in galleria umberto I, ad esempio stanno sostituendo i vetri della cupola.
hanno alzato ben due ponteggi da dentro fino a sopra la cupola contemporaneamente da due ali del monumento, sebbene la squadra che vi lavori sia una sola.
ebbene
1) la struttura superiore esterna della cupola ha, che io sappia lo spazio per lavorarci da sopra SENZA bisogno dei ponteggi inferiori
2) i ponteggi sono stati alzati a partire da luglio, i primi vetri levati ad inizio novembre mentre i mastri vetrai muranesi sono venuti a prendere le misure solo a fine dello stesso mese. a tutt'oggi i nuovi vetri non sono ancora stati montati. e le impalcature sono lì, in noleggio doppiamente inutile.

appena riesco ad avere notizie fatta di nomi precisi, dati e dettagli e non solo le voci ed indiscrezioni di un "concorrente sfigato" in quegli appalti, ne farò un articolo ad hoc. OffTopic sulla questione munnezza, ma cmq correlata a questi politicanti di munnezza.
stay tuned....
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley

Last edited by ABNormal : 01-09-2008 at 11:40 PM.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 03:36 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.