Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 09-30-2007, 04:56 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default Lo straordinario e le 35 ore.

MI è capitato di leggere questa discussione o meglio questo post da dove si generata una discussione:

Quote:
Originally Posted by tiolucas73
La guerra di Bossi


Bossi: "Per conquistare la libertà
una lotta di liberazione del Nord"
E Berlusconi assicura: "Tra un mese Prodi cadrà e torneremo al governo"


VICENZA - Parole forti, destinate a far discutere. "La libertà non si può più conquistare in Parlamento ma con uomini lanciati in una lotta di liberazione": lo ha detto Umberto Bossi, nel corso del suo intervento ai lavori del Parlamento del Nord.

"Non porto buone notizie - ha spiegato ai presenti - perchè dopo il referendum (quello del giugno 2006 sulla riforma costituzionale; ndr) non c'è più la sicurezza di poter cambiare la Costituzione. Per questo forse sarà necessario un attacco del Nord: io so di poter portare 10 milioni di padani e di altrettanti veneti in piazza, disposti al sacrificio, per una battaglia di libertà. In un Paese con una sinistra che ha un odio ideologico nei confronti degli uomini del nord". Per questo, secondo Bossi, "la prima cosa che facciamo quando saremo al governo sarà quello di cambiare la Costituzione".

Un discorso, il suo, che segue quello pronunciato, nella stessa sede, da Silvio Berlusconi. Che detto di "voler bene come un fratello a Bossi, mi ritirerò dalla politica quando si ritirerà lui"; ha ribadito l'importanza dell'asse di ferro con la Lega ("è l'alleato che mi ha sostenuto più di tutti"); ha definito "assolutamente legittima" la protesta fiscale del Carroccio, aggiungendo però che a suo giudizio non ci sarà bisogno di metterla in pratica, perché l'attuale governo entro un mese andrà casa. Ha inoltre detto "no" all'ipotesi di un esecutivo tecnico, dicendosi invece favorevole a elezioni anticipate. "E quando torneremo a governare - ha concluso - saremo noi ad abbassare le tasse".

Accanto a Umberto Bossi, Roberto Calderoli e Giulio Tremonti, il Cavaliere ha anche fatto un discorso rivolto all'interno dell'alleanza: "Sul futuro governo della Cdl - ha dichiarato - bisogna aprire un'officina". Un cantiere che dovrebbe partire la prossima settimana, in vista della caduta del governo Prodi e del prossimo ritorno alla guida del Paese del centrodestra. Berlusconi ha sottolineato che al centro dei lavori dell'officina ci sono i temi fiscali e i principali che verranno dibattuti, ha anticipato, sono "l'abolizione dell'Ici sulla prima casa - ha detto - la tassazione sugli straordinari, l'abolizione dell'imposta sulle successioni e donazioni e l'introduzione di una quota massima del 33% sul prelievo fiscale".

Infine, da parte del Cavaliere, un commento sulle dure affermazioni del leader leghista a proposito della lotta di liberazione: "Bossi usa sempre un linguaggio colorito, ma nella pratica ha sempre dimostrato un grande senso di responsabilità".

E il numero uno del Carroccio gli ha subito ricambiato la cortesia: "Il candidato premier per noi rimane Berlusconi, perché lui riesce a tenere bene insieme tutta la coalizione. Una coalizione in cui "ci sono tanti matti. Io stesso non nascondo di essere un po' matto... ma Berlusconi è almeno uno che cerca di muoversi per cambiare qualcosa, mentre l'antipolitixa è fatta dai partiti che non vogliono cambiare niente. La sinistra".
repubblica.it


Premesso che mi mi infastidisce che si chiudano discussioni per che qualcuno (Juve ndr) insulta gli altri quando sarebbe bastato bannarlo..debbo dire che condivido il mdo in cui Tiolucas conclude il post e lo condivido ma devo anche fare delle precisazioni in quanto questa discussione me ne ispira un'altra.

Intanto credo che Berlusconi sul caso dello strardinario copia il csx due volte:
  1. Fù il csx con l'idea di tassare il tempo determinato a tentare così di rilanaciare il posto fisoo
  2. La proposta di disincentivare le aziende a fare lo straordinario per assumere altra gente arriva anche dal csx.

Và però detto che il modo di stoppare gli straordinari è già esistente: per legge non si possono fare più di 45 ore di straordinario al mese tantè vero che specie nelle piccole aziende molte ore di straordinario non vengono messe in busta paga subito (quella del mese di competenza ndr) ma nei mesi successivi per non essere scoperti dalla autorità.

Inoltre lo straordinario eccessivo è insieme al precariato una delle cause dell'aumento delle morti bianche,quindi và considerato n fatto negativo.

Iedologicmante poi non è diverso dalle 35 ore lavorative settimanali note anche come "settimana corta". Lo spririto della proposta infatti in entrambi casì è quello di far lavorare un pò meno tutti i lavoratori per lavorare tutti e stimolare le assunzioni.

Va detto però che sotto quest'aspetto sarebbero state più vantaggiose le 35 aore in quanto:
  1. Sarebbe stato un orario più agevole me le donne madri di famiglia che avrebbero avuto più tempo per quest'ultima
  2. sarebbero state un valido incentivo a non fare troppi straordinario in quanto 5 ore la settimana passavano da ordinario a strardinario innalzando i costi per le aziende che intendevano praticalri
  3. Infine si prestavano meglio a rendere il sabato lavorativo come molte azinede fra le quali mamma Fiat vorrebbero!

Un' altro modo per lrilanciare l'occupazione potrebbe essere la tassazione del lavoro noturno,quello sabbatico e quello festivo aquelle aziende che per la roro attività non ne ha assolutmante bisogno,come ad esempio l'industria meccanica,chimica,ecc.

Last edited by Malcom1875 : 09-30-2007 at 04:59 PM.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 09-30-2007, 07:54 PM
caneca80 caneca80 is offline
Senior Member
 

Join Date: Sep 2005
Posts: 162
caneca80 is on a distinguished road
Default

A me questa tu idea di tassare il lavoro straordinario non piace perchè il lavoro straordinario mi permette di allungare un po' il mio piccolo stipendio visto che ha noi poveri operai aumenti non arrivano quasi mai, senza contare che quando ci rinnovano il contratto c'è la presa per il cool delle una tantum e degli aumenti dilazionati in più mesi.

Parli anche di tassare il lavoro notturno, sabbatico e festivo ma anche qui non sai che alcune industrie, non solo FIAT, sono costretti per varie ragioni a lavorare su tre turni ed avere una turnazione anche di sabato e domenica (il mio primo lavoro è stato proprio quello di coprire i turni di sabato e domenica in un azienda) metteresti solo in crisi queste aziende.

In tutta questa discussione ti devi ricordare una cosa: il lavoro straordinario non è obligatorio, almeno per chi ha un contratto a tempo indeterminato per altre forme di contratto e consigliabile farlo se si vuole ottenere un posto fisso.

Attualmente molti chiedono di togliere qualche tassa alle aziende per rilanciare l'attuale situazione occupazionale e sinceramente questa è la soluzione perchè spero che se i datori di lavoro riescono ad avere qualche introito in più magari penseranno anche a noi operai.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 10-01-2007, 06:45 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Scordati che le aziande pensino agli operai ed altri dipendenti. Se non sei un dirigente o un ingegnere di punta sei solo un miserabile numero per loro. Semplice merce,per latua azianda non varrai mai tanto di più di quanto abbia stoccato in magazzino.

Il fatto che molte aziende preferiscano fare un massiccio uso di ore straordianarie,sabbatiche e festive che costano dal 30 al 60% in più di maggiorazione inbusta paga dimostra quanto gli imprenditori italiani siano una manica di imbecilli! Se non sei costretto dovresi usarli al minimo e assumere gente invece di sperperare i soldi così! Così si avrebbe più occupazione che significherebbe più consumiso e più introiti per le aziende che avendo più lavoro farebbero altre assunzioni dando vita ad un ciclo virtuoso!

Come hai detto tu lo straordinario è facolatitve e chi ha un posto fisso può rifiutarlo,certo,peccato che quelli che hanno un posto fisso non ormai un esigua minoranza di lavoratori destinati a diveneri un numero ancor più esiguo!
Ci sono aziende tipo la TNT Traco con l'80% di dipendenti a tempo determinato. Fra i call center si sfiora il 100% e nei casi di aziende con situazioni migliori si stà a mala mepena sotto il 50%!!! Ergo per i più lo strardinario è un obbligo,un ricatto bello e buono!

Quanto sopra determina l'impotenza contrattuale del sindacato che avendo scarso potere contrattuale anche volendo fare il prorio dovere non lo può fare.

Aggiungi a tutto ciò la mancanza di scala mobile (ovvero quel meccanismo che obbligava a rapportare pensioni e salari all'inflazione ed aolito da Craxi nel 1985) è capisci da dove arrivano i mali degli operai.

detassare le aziende? Si può fare ma tale detassazione io la rilegherei ad un comportamanto virtuoso,niente sconti a chi è stato beccato ad evedere,a chi ha delocalizzato all'estero,a chi è stato pecato con lavoratiri in nero o a violare in altro modo lo statuto dei lavoratori,a chi a troppi contratti a tempo determinato,ecc. A predetti soggeti negherei perfino l'acccesso ai fondi europei!

Il mio motto è: se imprendi bene prendi aiuto,se impendi male solo calci nel cool!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #4  
Old 10-01-2007, 09:09 PM
caneca80 caneca80 is offline
Senior Member
 

Join Date: Sep 2005
Posts: 162
caneca80 is on a distinguished road
Default

Il tuo modo per detassare le aziende mi piace molto ma credo sia solo un utopia visto che queste clausole impedirebbero alle grandi aziende di accedervi e questo impedisce aplicazione della tua idea.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #5  
Old 10-02-2007, 06:55 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Tanto le grandi aziende non ne anno molto bisogno! Piuttosto proporrei una Irpeg progressiva invece di una unica laiquota flat al 35%,del tipo:
  • Fino a 500 mila euro di imponibile 30%,
  • Oltre 500 mila e fino ad 1,5 milioni di imponibile 35%,
  • Oltre 1.5 milioni di imponibile 40%

Il tutto con possibilità di detrarre gli utili reinvesti e parte delle spese per ricerca,innovazione,espansione e spostamanto del trasport merci da gomma a rotaia.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 12:30 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.