Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 10-06-2007, 02:20 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default Bertinotti: nessuno deve essere messo alla gogna, ma niente censure

riporto qui l'intero articolo segnalato qui
Quote:
Roma, 6 ottobre 2007
"Si sta facendo torbido in modo preoccupante il rapporto tra la politica e la magistratura e tra la politica e il sistema radio-televisivo. E' una condizione che nella crisi della politica il Paese e le Istituzioni non si possono permettere. C'e' bisogno di mettere fine a queste pericolose turbolenze per riacquistare una trasparenza di rapporti". E' quanto afferma il presidente della Camera, Fausto Bertinotti, in una nota.

"La difesa e la valorizzazione delle autonomie e' uno dei fondamenti della nostra Repubblica. Battersi per evitare che un qualsiasi politico come un qualsiasi cittadino possa diventare un capro espiatorio e' cosa necessaria e buona. Nessuno deve essere messo alla gogna. Ma il diritto alla critica in generale e il diritto di criticare la politica nelle sue manifestazioni in particolare e' una prerogativa senza la quale un sistema informativo perde la sua validita"', si legge ancora nella del presidente della Camera.

"Il servizio radio-televisivo e' una realta' importante e delicata di questo sistema. Tra poco il Parlamento interverra' su di esso attraverso una proposta di legge del Governo, la cosiddetta 'legge Gentiloni'. Sarebbe bene - afferma il presidente della Camera - cogliere l'occasione per avviare nel Paese, con il coinvolgimento delle forze della cultura, degli intellettuali, degli operatori dell'informazione, delle forze politiche e sociali, un dibattito sul ruolo del servizio pubblico in questa difficile fase di transizione che il Paese sta vivendo". "Di tutto in ogni caso c'e' bisogno, tranne che di censure. Discutiamo della missione del servizio pubblico e lasciamo a chi dirige le impegnative trasmissioni di attualita' la liberta' e la responsabilita' di condurle. La politica - conclude - riacquista autorevolezza dimostrando di saper pensare in grande".


Io noto un grave vizio di fondo:
la gente scende in piazza e protesta contro questi politici (vDAY):
Quote:
Dopo il plebiscitario risultato dell’iniziativa di Grillo, molti politici si sono sentiti minacciati dall’avanzata della società civile. Chi denuncia il pericolo di demagogia e chi dichiara il proprio sostegno, forse opportunistico.

la magistratura si espone e parla delle pressioni e condizionamenti di questi polititi (de Magistris/AnnoZero):
Quote:
Sono minacciato. / Trasferite i pm De Magistris e Lombardi.

L'informazione per una volta è dura contro questi politici (AnnoZero per l'appunto):
Quote:
Il teletribuno torna martire e si gode lo share (il Giornale)
Annozero, che giovedì ha affrontato il "caso De Magistris", è stato una barbarie. (La Repubblica)


la gente protesta e fa terrorismo, la magistratura indaga e minaccia, l'informazione alza la testa ed è rea di barbarie.
Non è il caso di porsi, in silenzio e radicalmente, il problema di tagliare corto e riformare la politica? forza italia ha portato di moda l'intrallazzo con banditi/affaristi/mafiosi e la politica e gli altri partiti ne hanno preso esempio, ahimè. non si lamentino che (pochi) giornalisti ancora lo pubblichino, i magistrati ci indaghino e la gente si indigni. facciano una commissione bicamerale per la pulizia dei partiti e ne escano regole spietate per loro.
Bertinotti ha solo notato una cosa con chiarezza: che in Italia "fischia il vento" nuovamente e sta montando a bufera. molti di loro hanno timore, qualcuno ha paura, ma ancora si comportano come i bimbi che si tappano le orecchie e credono che non sentendo il vento sia passato.
per il bene della patria farebbero bene a darsi una mossa TUTTI insieme prima che sia troppo tardi.

così la penso
ABN
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 10-06-2007, 08:50 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Io penso che si stia esagerando da tutte le parti. Bertinotti ha ragione. DeMagistrisi è stato trasformato dalla TV nell'Iconda dell'antipolitica par l'amtipolitica.
Forse sbaglierà Mastella a trasferirlo ma di siuro non è questo gran danno trasferirlo. Demagistris sui casi di Policoro e Claps in fondo sta facendo le stesse identiche cose dei Magistrati precdenti. Molto prima che arrivassero gli ispettori aveva fatto sapere che nà Prodi ne Mastella c'entravano,a livello penale,con il caso "Why Not?" : quindi è un magistrato innoquo per la politica.
Tuttavia non posso fare a meno che la polazione Calabrese e quella Lucana protestano ed è giusto che il Csm e i politici gli scoltino. Se vuole che restì lo facciano restare.
A patto però che non sia barbaramente paragonato a gente come dalla Chiesa,Falcone,Borsellino,ecc.
Sbaglia la destra quindi a ribellarsi ad Annozero che ha semplicewmente spazio alla voce del popolo,anche se4 quasto popolo forse ha poerso un pò il controllo!
Ha sbagliato anche mastella che non aveva grandi motivazioni per mandare gli ispettori e li ha mandati lo stesso.
Dobbiamo darci tutti una bella moderata TV,POlitica;magistratura e4 Popolo!!!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 10-07-2007, 08:55 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
Io penso che si stia esagerando da tutte le parti. Bertinotti ha ragione. DeMagistrisi è stato trasformato dalla TV nell'Iconda dell'antipolitica par l'amtipolitica.
Forse sbaglierà Mastella a trasferirlo ma di siuro non è questo gran danno trasferirlo. Demagistris sui casi di Policoro e Claps in fondo sta facendo le stesse identiche cose dei Magistrati precdenti. Molto prima che arrivassero gli ispettori aveva fatto sapere che nà Prodi ne Mastella c'entravano,a livello penale,con il caso "Why Not?" : quindi è un magistrato innoquo per la politica.
Tuttavia non posso fare a meno che la polazione Calabrese e quella Lucana protestano ed è giusto che il Csm e i politici gli scoltino. Se vuole che restì lo facciano restare.
A patto però che non sia barbaramente paragonato a gente come dalla Chiesa,Falcone,Borsellino,ecc.
Sbaglia la destra quindi a ribellarsi ad Annozero che ha semplicewmente spazio alla voce del popolo,anche se4 quasto popolo forse ha poerso un pò il controllo!
Ha sbagliato anche mastella che non aveva grandi motivazioni per mandare gli ispettori e li ha mandati lo stesso.
Dobbiamo darci tutti una bella moderata TV,POlitica;magistratura e4 Popolo!!!



hai forse trascurato il punto grave dell'intervento di bertinotti e vedo di evidenziarlo meglio, estrapolando i passi principali:

"Si sta facendo torbido in modo preoccupante il rapporto tra la politica e la magistratura e tra la politica e il sistema radio-televisivo.
E' una condizione che nella crisi della politica il Paese e le Istituzioni non si possono permettere."
"Il servizio radio-televisivo e' una realta' importante...
Sarebbe bene... avviare... un dibattito sul ruolo del servizio pubblico".


si dice che l'idiota è colui che se gli si indica la luna con un dito, lui guarda al dito. così par fare bertinotti:
in un paese dove si vendono milioni di copie de "la casta", si parla di "casta", si propongono leggi di iniziativa popolare contro "la casta" (e si viene accusati di "terrorismo"), dove la deriva di questi pre-potenti sta arrivando ad eccessi da regimi di dittatorielli africani o centramericani.
un paese dove, se un magistrato che indaga sui politici (a milano come in calabria) viene messo spalle a muro e diviene vittima di verifiche ispettive e praticamente isolato e alla mercè di verosimili attentati "mafiosi"...
in questo paese bertinotti vorrebbe aprire un dibattito sulla funzione della RAI quasi a chiedersi come mai magistrati, giornalisti, comici, folle di cittadini, scrittori siano tutti impazziti ad additare i "furboni del potere"?
forse che il problema di questi ultimi sia l'unico problema da analizzare?

a me è dispiaciuto, ma bertinotti, sebbene con classe ben maggiore, ha detto le stesse cose che le destre dicevano contro i girotondi/contro biagi/contro la bocassini. u g u a l i. e questo è il punto più doloroso per chi, i tanti di noi che votarono a sinistra, voleva un cambio di politica e ha subito con questo governicchio prodiano solo un cambio di facce al potere
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley

Last edited by ABNormal : 10-07-2007 at 08:58 PM.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #4  
Old 10-09-2007, 08:51 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Mi pare che la parte in rosso sia un affermazione Sacrosanta. Sarà un pò populista ma risponde al vero.
Lo sò che ci si abbassa al livello delle destre ma non sempre è possibile starepiù in alto.
La Magistratura deve riavere dignità e autonomia rieptto alle altrree Istituzioni ed in parrticolare alla Politica!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #5  
Old 10-09-2007, 09:32 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
La Magistratura deve riavere dignità e autonomia rieptto alle altrree Istituzioni ed in parrticolare alla Politica!

no, è la politica che deve restare fuori dagli affari sporchi.
in altri paesi i politici hanno rispetto per sè e per il ruolo che occupano a tal punto da dimettersi (o peggio) quando si scoprono certi altarini.
la magistratura indaga. se trova prove o seri indizi DEVE portare avanti le indagini.
rispetto? a me sembra che tu chieda ossequio, genuflessioni e riverenze.
i politici riprendano il controllo della propria funzione e della dignità che ciò comporta.
senza perder tempo ad analizzare il comportamento critico di stampa, inquirenti e popolo tutto. cuffaro? VIA! bassolino? VIA! avere stima per le istituzioni con siffatta gente al comando è impossibile. ma la colpa non è della gente che ha schifo, bensì di questi zozzosi che infangano, con la loro storia, con i loro atti e soprattutto con la loro secumera, il valore stesso di ISTITUZIONI. chi destabilizza le istituzioni sono loro, non li chi contesta .
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #6  
Old 10-09-2007, 09:40 PM
alma alma is offline
Moderator
 
alma's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Posts: 5,963
alma is on a distinguished road
Default

Quote:
forza italia ha portato di moda l'intrallazzo con banditi/affaristi/mafiosi e la politica e gli altri partiti ne hanno preso esempio
a questo aggiungerei "si fan le leggi che comodan a loro e non rispettano le altre"
Son sconsolato e tanto più perché vengo da lontano nel tempo(non provengo mi par già di sentirvi rider ) ed ho molte più attese e speranze deluse.
Non vedo vie di uscita e ciò mi rattrista.
Non concordavo con Toni Negri,anzi discussioni feroci,ma alle volte penso che forse aveva ragione.I segni ben evidenti di una situazione in nuce che si sarebbe sviluppata così c'eran tutti e chiari e non si è fatto nulla per evitarla.
__________________
FreeIPTVforFreePeople
P2PTV?...incomincia da qua.
Perché non continuar così...e poi magari registrare?
Se hai domande...te lo cerco io
La (R)esistenza continua


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #7  
Old 10-10-2007, 01:37 AM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

Quote:
Originally Posted by alma
a questo aggiungerei "si fan le leggi che comodan a loro e non rispettano le altre"
Son sconsolato e tanto più perché vengo da lontano nel tempo(non provengo mi par già di sentirvi rider ) ed ho molte più attese e speranze deluse.
Non vedo vie di uscita e ciò mi rattrista.
Non concordavo con Toni Negri,anzi discussioni feroci,ma alle volte penso che forse aveva ragione.I segni ben evidenti di una situazione in nuce che si sarebbe sviluppata così c'eran tutti e chiari e non si è fatto nulla per evitarla.

discussioni CON lui o su quanto lui dicesse?
e quali erano le vostre visioni/posizioni?
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #8  
Old 10-10-2007, 01:12 PM
alma alma is offline
Moderator
 
alma's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Posts: 5,963
alma is on a distinguished road
Default

Con lui(era veneziano).Visioni/posizioni...mie?...sue?...comunque decisamente troppo lungo e articolato dovrebbe esser il discorso.
Dovrei aprir wordpad e mettermi a compilare,...ma vedrai che ti capito fra coppa e collo :-) a Napoli e ne potremo parlare.
__________________
FreeIPTVforFreePeople
P2PTV?...incomincia da qua.
Perché non continuar così...e poi magari registrare?
Se hai domande...te lo cerco io
La (R)esistenza continua


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #9  
Old 10-11-2007, 12:25 AM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Mi pare abbastanza ovvio che per ridare dignità e indipendenza alla Magistratura si deve far in modo che la Politica ne resti fuori ed in particolare:
  • Basta leggi ad Personam
  • Basta immunità Parlamentare
  • Riforma del Codice Penale con certezza delle pena e modifiche alla legge Gozzini sui benefici
  • Creazione nuove Procure e informatizzazione di quelle esistenti


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #10  
Old 10-11-2007, 06:03 PM
travis bickle travis bickle is offline
Senior Member
 

Join Date: Jan 2007
Location: Roma
Posts: 2,761
travis bickle is on a distinguished road
Send a message via MSN to travis bickle Send a message via Yahoo to travis bickle
Default

Il suo spazio in «Annozero» è sotto tiro, Marco Travaglio. Ieri il Cda Rai se n’è occupato. Il direttore generale Claudio Cappon ha chiesto modifiche a Santoro.

«Il mio unico referente è, e naturalmente resta, Michele Santoro col quale lavoriamo in piena sintonia».

La accusano di attaccare personaggi senza un collegamento con l’attualità, la cronaca politica.
«Falso. Se si parla della manifestazione di Grillo mi occupo di Mastella, se c’è il caso De Magistris spiego come la classe politica, tutta la classe politica, intimidisca i magistrati senza nemmeno bisogno di scrivere in una legge. Quando si discute di criminalità e di tolleranza zero, ecco Amato».

Proprio la «lettera» ad Amato è stata oggetto di forti critiche, soprattutto dal centrosinistra. «Nessuno ha smentito i fatti che ho riportato: l’amicizia con Craxi, quei suoi tre famosi addii alla vita politica rimasti senza seguito, quel non aver visto il giro di mazzette nel suo partito: e adesso annuncia "tolleranza zero" verso gli accattoni...».

Non è preoccupato? Perlomeno agitato?
«Sono invece tranquillissimo. Se vogliono cacciarmi, lo facciano pure. Tanto è già accaduto una volta. Stavolta ci sarà un altro nome e cognome sulla decisione. Non hanno più nemmeno bisogno di correre fino in Bulgaria per mandarmi via».

Anche lei, come Santoro, sostiene che Prodi si muove come il Berlusconi del famoso «editto di Sofia»? «Il giudizio di Prodi su "Annozero" è un diktat di sapore bulgaro emanato da Torino anziché da Sofia... Non penso che Prodi abbia la stessa concezione della libertà di informazione che alberga nella testa di Berlusconi. Semplicemente perché sono sicuro che abbia espresso quel giudizio perché quotidianamente ricattato da Mastella. Intendo per la maggioranza da assicurare al governo... Piuttosto mi viene in mente una considerazione sul centrosinistra e Berlusconi».

Ovvero, Travaglio?
«La dichiarazione grave e pesante di Prodi fa riflettere sull’eredità lasciata dal quinquennio berlusconiano e su quanto tutti se ne avvalgano. Il centrosinistra arrivato al potere aveva due strade: invertire la rotta e deberlusconizzare l’Italia o approfittare del lavoro s***** compiuto dal capo del centrodestra. Per la tv, soprattutto per la Rai si è deciso di lasciare le cose come stavano. Infatti il centrosinistra adesso dice: Berlusconi non aveva tutti i torti, questi signori non devono esagerare... Così è difficile spiegare che i politici non sono tutti uguali. Se dicono e fanno cose identiche, sono loro a alimentare il qualunquismo. Certo non Santoro. E nemmeno Grillo».

Sandro Curzi dice: Travaglio dovrebbe intervistare i suoi interlocutori per assicurare un contraddittorio.
«Sandro è troppo intelligente per ignorare che non c’è un solo politico disposto a farsi intervistare da me. Non raccontiamoci balle. La verità è che si trovano tutte le scuse per non entrare nel merito di quanto racconto citando documenti e fonti. Io non invento nulla».

E come la mette con la par condicio, col diritto di replica?
«Tre giorni fa è andata in onda una puntata di "Porta a porta" in cui Santoro, il sottoscritto, De Magistris, Woodcock, gli stessi ragazzi di Locri sono stati insultati da Mastella, dagli ospiti in studio sotto gli occhi benevoli di Bruno Vespa. E in quel caso chi ha avuto il diritto di difendersi? Non hanno avuto il coraggio di prendersela col fratello del giudice Borsellino per evidenti motivi. Per certa gente i giudici sono buoni solo quando sono morti: e preferiscono aspettare che li ammazzino per santificarli».

Quindi lei continua per la sua strada, sembra di capire...
«Io mi trovavo a "Il giornale" con Montanelli quando l’editore decise cosa si dovesse scrivere o non scrivere. Montanelli se ne andò e lo seguimmo in cinquanta. Lo ripeto: che ci caccino pure. Però se ne devono assumere la responsabilità».
Fonte


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 01:59 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.