Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 08-18-2008, 05:11 PM
yatta yatta is offline
attualmente out
 
yatta's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Location: I live in peace
Posts: 3,619
yatta is on a distinguished road
Default La Cina censura il sito internet del Partito Radicale

La Cina censura il sito internet del Partito Radicale

di Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito

Nonostante la Cina avesse rassicurato il mondo intero sulle questioni dei diritti umani, della libertà di stampa, del diritto a manifestare dei suoi cittadini, abbiamo avuto oggi la conferma che il sito ufficiale del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito è totalmente oscurato in Cina. Quando si clicca su www.radicalparty.org o non appare nulla oppure appare una pagina che, in cinese, dice: “forse cercavi queste altre pagine...

www.chinaradiology.org, www.lanparty.com.tn, www.medical-journal.cn. Tra le ragioni che impediscono l’accesso alla pagina vengono illustrati anche motivi tecnici.

Francamente non capiamo perché tra i siti proposti dalle autorità cinesi, in alternativa al nostro, ci sia anche una rivista di medicina.

Esprimiamo sorpresa e stupore per la decisione di mantenere oscurato il nostro sito internet, in questo modo viene smentito quanto lo stesso Direttore della sezione ‘media’ del Comitato Organizzatore dei Giochi di Pechino aveva preannunciato riguardo un’apertura alla libertà di informazione. Ricordiamo che nel 2001, quando la Cina ottenne l’assegnazione delle Olimpiadi, Wang Wei, Segretario Generale del Comitato promotore di Pechino 2008 affermò: “Garantiremo completa libertà d’informazione ai giornalisti che verranno in Cina. Abbiamo fiducia nel fatto che i Giochi nono solo promuoveranno la nostra economia ma miglioreranno tutte le condizioni sociali, compresa l’educazione, la salute e i diritti umani”.

Il Presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio), Jacques Rogge, aveva dichiarato nei giorni scorsi che, grazie alla propria diplomazia silenziosa, il Cio è riuscito a ottenere varie riforme nel campo dei diritti umani, come le nuove norme sulla stampa estera. Sarebbe interessante sapere di cosa parla il Presidente del Cio.

Anche oscurando il sito www.radicalparty.org, la Cina è venuta meno alle promesse di migliorare la situazione dei diritti umani in occasione delle Olimpiadi 2008.

Articolo21 esprime solidarietà ai Radicali e invita tutti i siti internet a pubblicare questo comunicato. Non si faccia finta che dal punto di vista dei diritti umani in Cina tutto stia procedendo nel modo migliore. Nelle gare forse tutto procede regolarmente ma a questi altri giochi truccati non si può restare indifferenti...

Fonte


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 02:11 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.