Forum

Forum (http://www.coolstreaming.us/forum/)
-   Società e Politica (http://www.coolstreaming.us/forum/societa-e-politica/)
-   -   L'italia vista dall'estero (http://www.coolstreaming.us/forum/societa-e-politica/29821-litalia-vista-dallestero.html)

staff 10-17-2007 11:37 PM

L'italia vista dall'estero
 
Su www.pieroricca.org potete trovare bellissime letter di connazionali che ora lavorano all'estero.

Un’altra lettera: di Fabrizio, da Breda, Olanda.

Caro Piero,

accolgo il tuo invito a raccontare i pareri degli europei nei nostri confronti. Mi chiamo Fabrizio, ho 29 e sono uno dei tanti laureati e “masterini” di Pescara (Abruzzo). Dopo continue frustrazioni sul lavoro (incapaci che ti fanno carriera davanti perché sono amcici di…), due anni fa decisi con la mia ragazza di lasciare l’Abruzzo (buono per pensionati e vacanzieri) per vedere cosa offriva l’Europa ad uno come me pieno di ambizione e voglia di fare.
Dapprima ho scelto Londra, dove ho vissuto per quasi due anni ed ora sono a Breda (in Olanda), da luglio. Non ti nascondo che l’impatto è stato traumatico, per la lingua (la pronuncia londinese è terribile) e per le altre iniziali difficoltà che si trovano quando uno si trasferisce all’estero. Mi ha colpito molto tuttavia la facilità nel trovare lavoro qualificato (qui puoi scegliere tra permanente e temporaneo e, nel secondo caso, la paga è circa il 20% superiore perché ti viene pagata la temporaneità, al contrario dell’Italia). Dalle nostre parti se trovi un lavoretto interinale da impiegato sei fortunato (o raccomandato!).
In Inghilterra deridono e disprezzano l’Italia, come anche i miei attuali colleghi che provengono da Olanda, Belgio e Francia. E man mano che leggevo i giornali internazionali ho capito perché…
Alll’estero c’è moltssima informazione su tutti i Paesi europei (al contrario di noi che parliamo solo di politica interna e del Papa) e sanno chi sono Berlusconi, Dell’Utri, Mastella, Cuffaro, la lega nord e compagnia bella. Ci trovano ridicoli e da non prendere sul serio (e difatti è cosi!) ma abbiamo una terra buona per le vacanze, per il cibo, utile per installare basi militari e acquistare aziende o banche (come la Antonveneta). Tutti gli europei sanno dei legami tra mafia e politica, del monopolio del sistema radiotelevisivo, del mercato frenato dalla politica, di Fazio che faceva arbitro e tifoso nella banca popolare di Lodi, del flusso migratorio, della prostituzione e della droga al di fuori di ogni controllo.
Qui si fanno le matte risate per il caso Mele, per Selva, per i pompieri che vengono accolti a fucilate se cercano di spegnere un incendio, della Cicciolina in Parlamento e della Zarri nel circolo delle libertà, degli stipendi dei parlamentari italiani (5 volte quello del Belgio!), del Mastella ministro della Giustizia, di Berlusconi che deve avere l’immunità per andare a parlare al Parlamento europeo, insomma siamo una barzelletta europea! Però ho notato ammirazione per Prodi e per Antonio Di Pietro, per quello che stanno cercando di fare e fatto. Ma non riescono a capire perché non ci diamo da fare e perché il comico Grillo sia più politico dei politici. Sanno che per fare carriera ci vuole la raccomandazione (loro dicono “political guy” e “in Italia non è importante cosa conosci ma chi conosci”) e che il nostro principale interesse è per il cibo e le donne.
La sentenza di un giudice tedesco (vecchia di un anno, tra l’altro) su uno stupro ad opera di un sardo inquadra perfettamente come vedono il sud Italia: una zona di cavernicoli e selvaggi con mentalità mafiosa e retrograda. In Europa l’Italia è sempre associata al film “il Padrino”, certezza rafforzata dalla strage di Duisburg in Germania di poco tempo fa. Anzi ti dico che per qualche settimana dopo l’episodio, quando chiamavo i colleghi con il dito sorridendo mi dicevano: ”non mi sparare eh!”
Questa è l’Italia vista dall’Europa, ora capisci perché nei tg italiani non leggono mai giornali stranieri o non fanno interviste a politici stranieri su cosa pensano dell’Italia?
L’Italia è l’ultima in Europa per investimenti dall’estero e magari i nostri tg potrebbero spiegare agli italiani per quale motivo, ma sono troppo impegnati a mentire quotidianamente al telespettatore.
Comunque, a parte queste note negative resto ottimista e credo che l’Italia ce la possa ancora fare. Il primo passo, secondo me, dovrebbe essere quello di mettere l’Adsl in tutta Italia, in modo da elevare l’accesso all’informazione.
A Milano e dintorni forse non si percepisce con chiarezza l’ignoranza che c’è al Sud, un freno per tutta l’Italia. Ciao a tutti,

Fabrizio Cardinale

ps

Consiglio a tutti gli italiani una esperienza di almeno sei mesi a Londra perchè fa davvero curriculum. Moltissime aziende europee che cercano figure di livello medio-alto si rivolgono ad agenzie di recruiting londinesi. Anch’o sono arrivato in Olanda da Londra grazie ad un recruiter londinese. Per informazioni www.italianialondra.com, www.flatmateclick.co.uk, www.reed.co.uk, www.monster.co.uk

corso 10-18-2007 01:56 AM

beh, molto del suddetto e' vero. londra e' stata una dei primi luoghi dove ho abitato. erano molto prevenuti contro gli italiani, ma come lo erano contro i pakistani, gli indiani, i francesi, i tedeschi, gli olandesi, i greci e cosi' tutte le altre nazioni del mondo che non fossero il regno unito. certo che noi non abbiamo dato una bella immagine di popolo moderno e di prima fascia. una cosetta buffa e' che proprio stamattina parlavo con il manager generale di un h.otel famoso di rio che lavora solo con turisti e ci ha detto, ridendo, che gli italiani che vanno la', appena arrivano, prima cosa si cambiano e vanno subito in cerca di prostitute. ha detto che siamo malati. non ci sono rimasto tanto bene. la mia compagna e un mio socio di lavoro (brasiliano) con sua moglie erano con me.

sefirothmorpheus 10-18-2007 08:46 AM

mi sono quasi messo a piangere leggendo la lettera... ma purtroppo rispecchia la realtà delle cose!
ho vissuto in inghilteraa, e forse andrò di nuovo ad abitarci, e devo essere onesto... le parole della lettera rispecchiano in tutto e per tutto l'ambiente che ho trovato nei miei confronti, anche se devo dire che con il tempo le cose sono migliorate e parecchio. solo su una cosa non mi trova d'accordo... i londinesi sono incomprensibili? e allora mi sa che non ha sentito gli scozzesi e quelli di liverpool! :eek: :rolleyes: :D

@ corso: puoi chiedere al manager cosa fanno invece i turisti tedeschi, francesi, americani ecc.? :rolleyes: la risposta non cambierà di una virgola... :rolleyes:
ma c'è una cosa che non capisco... se devi andare a prostitute, c'è bisogno di andare in brasile? ne trovi già tante qua... per come la vedo io in brasile si acchiappa abbastanza facile */ho il certificato d.o.c.g. su questo :rolleyes: :eek: :D :cool: /*... non vedo il motivo di pagare per avere una prestazione! :confused:

alma 10-18-2007 09:36 AM

Gli Inglesi,o meglio i Britannici,io li conosco bene e posso dir che a loro non manca molto senso umoristico,anzi!.Se ci si distacca da posizioni di difesa a testa bassa dell'Italia,che spesso son sussulti di falso orgoglio,e si accettan giudizi come quelli riportati non si è derisi o vilificati,anzi si vien apprezzati e non ci son pregiudizi nei confronti di nessuno.Son molto pragmatici e non han tempo da perder con pregiudizi e rispettan la libertà individuale come in nessun altro posto al mondo.
C'è un unico pregiudizio,a dir il vero,anzi un preconcetto-e prego di prenderlo cum grano salis-si credon "incosciamente" un dono di dio fatto agli uomini!Ma questo inconsapevolmente ripeto,forse un retaggio collettivo dell'Empire.E questo si sente come una sorta di "razzismo" intellettuale,ma anche esso in definitiva è tollerante.Aman l'Italia profondamente e per esempio restan male quando vengono a sapere che nel paese della musica(Hendel e Bach furon chiamati a Londra perché si cercava qualcuno "possibilmente non italiano") i Conservatorii vengon trattati così come sappiamo,e...e...ma devo continuar la lettera precedente?!

corso 10-18-2007 11:06 AM

concorodo con sefiroth. andare a lucciole in brasile e' come fare il bagno in piscina alle maldive. che bisogno c'e'. e come dice o moderador, in italia si puo' fare senza scomodarsi a venire qui. a rio le fanciulle "non battenti" sono molto libere e se piaci divertiti e taci. facile facile. e' vero che gli inglesi adorano l'italia ammirano il nostro genio nell'arrangiarsi e a far giornata, ma finche' non sparisce quella lunga fila di generazioni di sole pizza amore gondola e o sole mio, non saremo mai presi sul serio. in america gli italiani sono STIMATISSIMI e anche un po' temuti. gran bella cosa.

mimmo-44 10-18-2007 05:11 PM

vivo in germania
 
Da molti hanni vivo in germania,e quello che ho notato non e solo invidia,ma anche ammirazione ,non solo per i nostri avi, ma anche di noi,perche loro non riescono a spiegarsi come si puo sorridere e vivere in allegria, quando i politici ne combinano di tutti i colori,la nostra e una filosofia UNICA,ed e questa che ci invidiano ,i nordici pensatori per eccezzione non riuscirebbero a vivere con questa filosofia.delle due preferisco la nostra!!! ;)

Malcom1875 10-18-2007 05:21 PM

E' veramante triste sapere che ci vedano in questo modo dall'estero,cmq non mi stupisce erano cose risapute.
Per me non solo è un idiozia andare a prostitue in Brasile ma anche a cercare ragazze facili: ci sono posti da acchiappo facile anche più vicini come l'est europa.ibiza,ecc.
Aldila di certi giudizi sul nostro apese sò su certe altre cose ci giuducano bene: adorano le nostre donne,la nostra cucina,il nostro clima,ecc.
Certo che siam proprio un popolo di polli per permettere ad una simile classe politica di governarci!!

romans 10-18-2007 05:21 PM

Quote:
Originally Posted by mimmo-44
Da molti hanni vivo in germania,e quello che ho notato non e solo invidia,ma anche ammirazione ,non solo per i nostri avi, ma anche di noi,perche loro non riescono a spiegarsi come si puo sorridere e vivere in allegria, quando i politici ne combinano di tutti i colori,la nostra e una filosofia UNICA,ed e questa che ci invidiano ,i nordici pensatori per eccezzione non riuscirebbero a vivere con questa filosofia.delle due preferisco la nostra!!! ;)


Mimmo, consentimi la battuta: non sarà anche per questa "filosofia" che i politici possono permettersi di combinarle di tutti i colori? :rolleyes: ;)

ac171073 10-18-2007 06:12 PM

Quote:
Originally Posted by corso
una cosetta buffa e' che proprio stamattina parlavo con il manager generale di un h.otel famoso di rio che lavora solo con turisti e ci ha detto, ridendo, che gli italiani che vanno la', appena arrivano, prima cosa si cambiano e vanno subito in cerca di prostitute. ha detto che siamo malati. non ci sono rimasto tanto bene. la mia compagna e un mio socio di lavoro (brasiliano) con sua moglie erano con me.


In Giappone, dove vivo, il 90% delle ragazze con cui parlo mi dicono che non possono credere che io sia italiano, perche' tutti gli italiani che hanno conosciuto erano dei mezzi maniaci che si scambiavano tra loro le ragazze come se fossero figurine...
In compenso, tutte le volte che parlo con ragazze giapponesi che non hanno mai conosciuto italiani in vita loro, mi dicono che hanno un'idea dell'uomo italiano come di una persona romantica, rispettosa, affascinante e seria...

Come dire: l' immagine ideale e la triste realta'...

PS: per la poca esperienza che ho avuto di italiani in Giappone, posso confermare che e' vero... non so come mai, ma in questo paese l'uomo italiano ha l'inspiegabile tendenza a trasformarsi in uno str***o perfetto. Boh...

PS2: A parte questo dettaglio sul piano "amoroso", potrei scrivere un libro sulla reputazione che hanno gli italiani qui in tutti gli altri campi in generale... e ne viene fuori un quadro desolante... in sintesi: l'Italia e' un bellissimo paese da visitare per turismo, ma per il resto e' una tragedia... e me lo hanno detto giapponesi, coreani, cinesi ( :eek: ), americani, tedeschi, inglesi, francesi, e persino BIELORUSSI... ( :eek: :eek: :eek: )

mimmo-44 10-18-2007 08:13 PM

XRomans!
 
Se lo son permesso fino a che (i soldati erano analfabeti).Nel regno delle due sicilie ,masaniello disse al RE Ferdinando:maesta abbiamo un grande esercito ma aime son quasi tutti analfabeti ,perche non impariamo loro il leggere e lo scrivere a domanda il RE Ferdinando risponde :(masaniello che vuoi la mia fine!!!).E per molti anni i nostri politici hanno fatto lo stesso discorso,adesso non possono farlo perche di analfabeti c e ne son pochi. :D :D


All times are GMT +2. The time now is 12:15 PM.

Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.