Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #11  
Old 11-05-2007, 03:54 PM
breunzo breunzo is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2005
Location: Serapo beach
Posts: 1,152
breunzo is on a distinguished road
Default

Quote:
Originally Posted by gamen
Anch'io mi associo a quanti hanno esposto i loro pensieri negativi nei confronti del biglietto verde e stavo riflettendo sul fatto che gli americani hanno impostato la loro politica monetaria imponendo, laddove possibile ed anche laddove impossibile, le transazioni in dollari cosicchè tutto l'enorme quantitativo di moneta stampata che è stata immessa sul mercato ad un dato valore... che fine farà o meglio che valore avrà a conclusione del ciclo quando tornerà "a casa"? semplicemente carta straccia....


La Fed è privata, la politica monetaria è in mano a dei privati come la Banca d'Italia che d'Italia non è. La cartamoneta creata è una percentuale minima di tutta la moneta in circolazione, la maggior parte è elettronica ed è creata dalle banche commerciali quando effettuano prestiti. Sei tu che hai dato valore alla moneta, certamente chi l'ha stampata ha dovuto sostenere un costo irrisorio e quella creata elettronicamente praticamente nullo. Più è cartastraccia e più chiederai prestiti. Il tuo deposito viene posto soltanto come riserva per eventuali prelievi di tutti i possibili prestiti effettuati ( le banche prestano fino a 50 volte il tuo deposito; verso 100, la banca mette il 2% in riserva e presta elettronicamente 98. L'altra banca o la stessa che riceve il bonifico dei 98 utilizzati, ammettiamo per comperare il computer, mette il 2% di 98 in riserva e presta le altre e così via). Se io vado a chiedere un mutuo non ti danno certamente denaro in cartamoneta ma sulla fiducia un numero scritto a computer creato al momento. Bastano 3 persone che vanno a ritirare i loro risparmi e la banca fallisce se non interviene la banca centrale a stamparne le dovute banconote a fronte di questa moneta fittizia, le famose iniezioni di liquidità, e per questo ci sarà l'inflazione. Ecco perchè le persone non riescono a onorare i debiti, è impossibile matematicamente, che tutti possano restituire i prestiti concessi, anche perchè il tasso d'interesse non esiste in circolazione.


« Come funzionano i prestiti? Il governo emette delle obbligazioni e si impegna a pagare gli interessi in proporzione al capitale versato. Se un prestito è al 5% lo stato, dopo 20 anni, avrà pagato una somma pari al capitale ricevuto. Allo scadere dei 40 anni, avrà pagato il doppio, dopo 60 anni il triplo: rimanendo sempre debitore dell'intero capitale. »
(Montesquieu, Dialoghi, p. 250)

Ecco poniamo lo Stato italiano, è sempre in avanzo primario, cioè a fine anno incassa più di quello che spende. Ma si presentano i tassi d'interesse sul debito pubblico e va in deficit, cioè va sotto e il debito cresce. Ma se esiste un debitore, esisterà anche un creditore no? Perchè devo farmi prestare moneta creata dal nulla quando posso crearla io senza indebitarmi?

Last edited by breunzo : 11-05-2007 at 04:30 PM.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 09:49 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.