Forum

Forum (http://www.coolstreaming.us/forum/)
-   Società e Politica (http://www.coolstreaming.us/forum/societa-e-politica/)
-   -   Enzo Biagi in gravi condizioni (http://www.coolstreaming.us/forum/societa-e-politica/38251-enzo-biagi-gravi-condizioni.html)

ac171073 11-04-2007 02:42 PM

Quote:
Originally Posted by breunzo
Il giornalista imparziale non esiste perchè non sarebbe un giornalista ma un semplice cronista, per il quale non occorre alcuna dote intellettuale. Il giornalista è colui che racconta la storia dal suo punto di vista mettendoci il suo marchio culturale. Che vuol dire imparziale? Puoi raccontare di tutto basta che non racconti ciò che può intaccare l'onore di qualcuno o che possa svegliare le coscienze in questo mare di disinformazione? Io certamente non gioisco se giornalisti vengono epurati, indipendentemente dal loro colore politico, reputo che ci sia spazio per tutti in una televisione pubblica e tutti hanno diritto di poter scegliere il programma che più aggrada. E che ci sia pluralismo anche nel settore privato che ormai è in mano ad un monopolio, violando di fatto la Costituzione e la sentenza della Corte costituzionale, nonchè il tanto conclamato liberismo. Dovrei e vorrei dimenticare le comparse televisive, prima delle elezioni, dell'ex presidente del consiglio in ognidove, da Biscardi ad Uno mattina, e nello stesso giorno per "La prova del Cuoco". Allora chi ha peccato scagli la prima pietra! L'abuso del mezzo televisivo deriva dal monopolio (pubblico e privato) esistente. Se tutti, in modo assoluto, avessero la possibilità di utilizzare, di denunciare, di informare senza censure, vivremmo certamente in un Paese migliore e democratico.


Ognuno e' libero di avere la propria opinione... tu la pensi cosi', io proprio no. Il mio desiderio sarebbe avere un giornalismo imparziale e dei "cronisti" (comi li chiami tu) che si limitino a dirmi i FATTI, senza "colorarli" con le proprie idee e opinioni. Vorrei che sia la mia testa a decidere da che parte stare e come secondo lei stanno le cose, e non che sia la testa di qualcun altro (per quanto bravo, intelligente ed acclamato) a dirmelo. Non mi piace atrofizzarmi sulle idee degli altri, preferisco far lavorare il MIO cervello.

romans 11-04-2007 03:06 PM

Quote:
Originally Posted by ac171073
Ognuno e' libero di avere la propria opinione... tu la pensi cosi', io proprio no. Il mio desiderio sarebbe avere un giornalismo imparziale e dei "cronisti" (comi li chiami tu) che si limitino a dirmi i FATTI, senza "colorarli" con le proprie idee e opinioni. Vorrei che sia la mia testa a decidere da che parte stare e come secondo lei stanno le cose, e non che sia la testa di qualcun altro (per quanto bravo, intelligente ed acclamato) a dirmelo. Non mi piace atrofizzarmi sulle idee degli altri, preferisco far lavorare il MIO cervello.


...e come tu fai lavorare il tuo cervello, lo fanno lavorare anche tutti gli altri esseri umani presenti su questo pianeta. L'alternativa è che inventi un bel robot e così lo metti al TG1, visto che sei ingegnere magari ci riesci. In realtà un giormalista dovrebbe sforzarsi di essere il più "onesto" possibile, consapevole della sua parzialità o meglio del suo "pensiero", questo dovrebbe portarlo a non "esagerare" e in quanto ad esagerazioni Emiliuccio non ha paragoni al mondo forse...

Malcom1875 11-04-2007 03:49 PM

Quote:
Originally Posted by ac171073
Il mio commento si riferiva alle elezioni politiche del 1996 (11 anni fa :rolleyes: ), per le quali Biagi uso' il suo programma sulla Rai in prima serata per "trainare", in tutti i modi possibili, la candidatura del suo amico fraterno Romano Prodi (che non era affatto uno sconosciuto, ma gia' da 2-3 anni era tenuto in grande considerazione negli ambienti della politica, tant'e' che addirittura, prima che si candidasse per l'Ulivo, qualcuno lo aveva proposto come possibile sostituto di Berlusconi come Presidente del Consiglio in un governo di centro-destra... :eek: )

Mi ricordo ancora il culmine di quella "campagna": una puntata del "Fatto" che avrebbe dovuto essere un'intervista imparziale al Prodi, ma che fu una vera e propria "santificazione" con domande e risposte pilotatissime e con chiusura che ricordo ancora adesso (Biagi concludeva sempre tutte le puntate della sua trasmissione con una frase lapidaria che riassumeva il succo della trasmissione). In quella puntata la chiusura fu (parole piu' o meno testuali):
"Cos' altro aggiungere? Per un'Italia migliore... per un'Italia piu' giusta."
:eek: :eek: :eek:
E poi mi venite a dire che il paragone con il buon Emilio fa rabbrividire?? Ma fatemi il favore...........

Inanto un "in bocca al lupo" di vero cuore a Enzo Biagi. A me dispiace che stia male perchè lo stimo sia come persona che come giornalista. Per l'Italia lui a un valore inestimabile a causa della sua età: è uno che oltre ad essere un vero professionista in un momento in cui in TV di professionisti veri,specie nel giornalismo,ve ne sono pochi o niente,è una persona che ha vissuto in prima persona la seconda guerra mondiale,la ricostruzione ,il terrosrismo e gli anni di pombo,ecc.
Chi meglio di lui può raccontare l'Italia a gli italiani specie quelli giovani delle mia genenarione e d'intorni? Credo nessuno!
Per rispondere a act=/! vorrei ricordarti che non fù tanto la puntata del il "Fatto" con Prodi ad indurre Berlusconi ad includerlo in una lista di proscrizione (la più grave offesa che si potesse fare a Biagi) ma la puntata che vide ospite Roberto Benigni dopo aver vinto l'Oscar con la sua satira pungente verso la destra che fece inc... la destra.
Un destra che non ha mai potuto soffrire i comici ma che spesso usa va quelli de "il Bagaglino" su Canale 5 in una satura pilotata anti-sinistra.....

Malcom1875 11-04-2007 03:57 PM

Quote:
Originally Posted by Bruenzo
Il giornalista imparziale non esiste perchè non sarebbe un giornalista ma un semplice cronista, per il quale non occorre alcuna dote intellettuale. Il giornalista è colui che racconta la storia dal suo punto di vista mettendoci il suo marchio culturale. Che vuol dire imparziale? Puoi raccontare di tutto basta che non racconti ciò che può intaccare l'onore di qualcuno o che possa svegliare le coscienze in questo mare di disinformazione? Io certamente non gioisco se giornalisti vengono epurati, indipendentemente dal loro colore politico, reputo che ci sia spazio per tutti in una televisione pubblica e tutti hanno diritto di poter scegliere il programma che più aggrada. E che ci sia pluralismo anche nel settore privato che ormai è in mano ad un monopolio, violando di fatto la Costituzione e la sentenza della Corte costituzionale, nonchè il tanto conclamato liberismo. Dovrei e vorrei dimenticare le comparse televisive, prima delle elezioni, dell'ex presidente del consiglio in ognidove, da Biscardi ad Uno mattina, e nello stesso giorno per "La prova del Cuoco". Allora chi ha peccato scagli la prima pietra! L'abuso del mezzo televisivo deriva dal monopolio (pubblico e privato) esistente. Se tutti, in modo assoluto, avessero la possibilità di utilizzare, di denunciare, di informare senza censure, vivremmo certamente in un Paese migliore e democratico.

Non sono molto d'accordo: Il vero giornalista deve riferire fatti con imparzialità limitandosi a rispondere alle 5 domande retoriche all'inglese:chi,dove,come,quando e perchè.
Sepoi il giornalista vuole offrire un suo punti di vista lo fà in una rubrica come l'editoriale di un giornale e non in articolo stravolto.
La gente ha diritto a conoscere le informazioni in modo corretto senza tagli,copia e incolla atti a dare diverse impressioni.
Quella dell'opinabilità di un articolo di cronaca e una disinformatio stile Cia-Kgb dei tempi della guerra fredda petanto un atteggimanto anaccettabile in ambito civile e per di più in un paese democratico come il nostro.
Biagi comunque era un girnalistaal di sopra delle parti: ogni tanto proviamo a pensa re che forse un industraiel famoso come Berlusconi facendo delle campagne eletto rali così agressive come nel peggior stile anglo-sassone si sia sovraesposto fino a pagarne le più crude (o quesi) conseguenze!
Ogni gioco ha i suoi pro e suoi contro,Berlusconi lo sà perchè è un umo che ariva dal mondo delle pubblicità e della tv con la quale ha fatto la sua fortuna tanto credervi cosi fermamante da far parte della P2: quindi non ha nulla di che lamantarsi se anche uomini integerrimi come Enzo Biagi arrivano a criticarlo duramente.

Malcom1875 11-04-2007 04:10 PM

Quote:
Originally Posted by tiolucas73
ma no, che dici? rete4 da lavoro ad un sacco di gente! vorrai mica che chiuda o si trasferisca sul satellite e lasci a casa un sacco di lavoratori???

Mi ripeto...chi ha detto mai che per essere un buon giornalista, bisogna per forza essere imparziali??
A questo punto, crofiggiamo pure il maestro INDRO!! ma suvvia....Fede....

Ma piantala con stà storia di rete 4 che chiude! Il cdx butta l'amo della probabile disoccupazione per difendere il cuopolio che favorisce Mediaset su tutti gli altri privati in barba elle direttive CEE sulla concorrenza e tu come tanti pescioloni italiani abbocchi!!!
Rete 4 non varebbe mai chisuo e mai chiuderà: se anche si fossero imposate 2 sole reti a Mediaset,Rete 4 sarebbe stata venduta a terzi ed avrebbe continuati a vivere come nulla fosse,magari con un altro nome.
Ma ora con la Gentiloni si anticipa di solo 4 anni il passaggio sul digitale di Rete 4 rispetto alle altre reti.
Pratica Rete 4 dovrebbe semplicemente spegnere (switch-off) il suo segnale analogico con 4 anni di anticipo rispetto alle altre ma continuerebbe a vivevere sul DTT e sul satellite in quanto parte integrante del bouchet di SKY come tutte le reti Mediaset!
Nessuna chiusura nessun licenziamento: era solo uaninvenzione per farvi votare NO ai referendum sulla legge mammì nel 95 e attaccare la sinistra negli asuccessivi che cercava solo di ratificare delle norme europee...i polli come te che in italia sono tanti ci son cascati tutti e han fatto dano a Europa7: avete ucciso una TV e posti di lavoro credendo di salvarne degli altri ma non era così!
Chi non voleva far danno alla fine lo ha fatto lo stesso!

tiolucas73 11-04-2007 04:15 PM

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
Ma piantala con stà storia di rete 4 che chiude! Il cdx butta l'amo della probabile disoccupazione per difendere il cuopolio che favorisce Mediaset su tutti gli altri privati in barba elle direttive CEE sulla concorrenza e tu come tanti pescioloni italiani abbocchi!!!


se non sei in grado di capire l' IRONIA, mica è mia la colpa...la figura del pollo l'hai fatta tu!!!!! :D
sai quanto frega a me se la dalla chiesa va sul DTT???

romans 11-04-2007 04:57 PM

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
Non sono molto d'accordo: Il vero giornalista deve riferire fatti con imparzialità limitandosi a rispondere alle 5 domande retoriche all'inglese:chi,dove,come,quando e perchè.
Sepoi il giornalista vuole offrire un suo punti di vista lo fà in una rubrica come l'editoriale di un giornale e non in articolo stravolto.
La gente ha diritto a conoscere le informazioni in modo corretto senza tagli,copia e incolla atti a dare diverse impressioni.
Quella dell'opinabilità di un articolo di cronaca e una disinformatio stile Cia-Kgb dei tempi della guerra fredda petanto un atteggimanto anaccettabile in ambito civile e per di più in un paese democratico come il nostro.
Biagi comunque era un girnalistaal di sopra delle parti: ogni tanto proviamo a pensa re che forse un industraiel famoso come Berlusconi facendo delle campagne eletto rali così agressive come nel peggior stile anglo-sassone si sia sovraesposto fino a pagarne le più crude (o quesi) conseguenze!
Ogni gioco ha i suoi pro e suoi contro,Berlusconi lo sà perchè è un umo che ariva dal mondo delle pubblicità e della tv con la quale ha fatto la sua fortuna tanto credervi cosi fermamante da far parte della P2: quindi non ha nulla di che lamantarsi se anche uomini integerrimi come Enzo Biagi arrivano a criticarlo duramente.


Tu parli di quello che vorresti, ma le persone non sono automi, quindi il merito va a chi magari riesce ad essere il più onesto possibile, questa si chama "onestà intellettuale".

Lo dimostra proprio il fatto che Biagi, per quanto si sia sforzato non è stato perlomeno in alcune circostanze certamente parziale... ma è proprio la tua parlzialità a non fartelo vedere.

Malcom1875 11-04-2007 08:23 PM

Ma il giornalista come uomo ha tutto il diritto di dire la sua ma come giornalista ha il solo compito di riferire i fatti e i commenti altri sugli stessi. I suoi se li deve tenere per se od esprimerli al di fuori della notizia in uno spazio apposito sul giornale o nel Tg stesso.
Diversamente rischia di inquinare la notizia dando una visone distorta dell'vento riportato in cronaca.

romans 11-04-2007 08:44 PM

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
Ma il giornalista come uomo ha tutto il diritto di dire la sua ma come giornalista ha il solo compito di riferire i fatti e i commenti altri sugli stessi. I suoi se li deve tenere per se od esprimerli al di fuori della notizia in uno spazio apposito sul giornale o nel Tg stesso.
Diversamente rischia di inquinare la notizia dando una visone distorta dell'vento riportato in cronaca.


Ma le due cose non sono scollegate (uomo e professione) visto che lavora con il pensiero, non basta premere un click, ti ripeto è l'onesta intellettuale che gli permetterà di esserlo più o meno, ma non puoi pretendere che ci riesca sempre, è un'essere umano.

tiolucas73 11-04-2007 08:53 PM

Quote:
Originally Posted by Malcom1875
Ma il giornalista come uomo ha tutto il diritto di dire la sua ma come giornalista ha il solo compito di riferire i fatti e i commenti altri sugli stessi. I suoi se li deve tenere per se od esprimerli al di fuori della notizia in uno spazio apposito sul giornale o nel Tg stesso.
Diversamente rischia di inquinare la notizia dando una visone distorta dell'vento riportato in cronaca.


IL FATTO non era una trasmissione di pura CRONACA, bensì un approfondimento, un vero e proprio editoriale, in cui Biagi esponeva le sue idee...dove sta dunque il problema?
Se si usano due parole diverse per CRONISTA e GIORNALISTA, ci sarà un perchè....o sbaglio? :cool:

ac171073 11-05-2007 02:17 AM

Quote:
Originally Posted by tiolucas73
IL FATTO non era una trasmissione di pura CRONACA, bensì un approfondimento, un vero e proprio editoriale, in cui Biagi esponeva le sue idee...dove sta dunque il problema?
Se si usano due parole diverse per CRONISTA e GIORNALISTA, ci sarà un perchè....o sbaglio? :cool:


Vi faccio (a tutti) una domanda un po' "polemica": se Biagi, grande giornalista in passato (e questo non si discute), fosse stato amico di Berlusconi invece che di Prodi, e se avesse fatto a Berlusconi delle interviste come quelle che ho postato prima, stareste qui a difenderlo? Direste che il giornalista ha il diritto di esprimere la sua opinione e di essere non un semplice cronista? Direste che Biagi e' un grande giornalista e che, se per una volta si lascia andare e diventa di parte, suvvia, e' anche lui un essere umano?
Io scommetto tutti i 20,000 yen che ho in tasca in questo momento che direste qualcosa di MOOOOOLTO diverso... :rolleyes:

tiolucas73 11-05-2007 08:09 AM

Quote:
Originally Posted by ac171073
Vi faccio (a tutti) una domanda un po' "polemica": se Biagi, grande giornalista in passato (e questo non si discute), fosse stato amico di Berlusconi invece che di Prodi, e se avesse fatto a Berlusconi delle interviste come quelle che ho postato prima, stareste qui a difenderlo? Direste che il giornalista ha il diritto di esprimere la sua opinione e di essere non un semplice cronista? Direste che Biagi e' un grande giornalista e che, se per una volta si lascia andare e diventa di parte, suvvia, e' anche lui un essere umano?
Io scommetto tutti i 20,000 yen che ho in tasca in questo momento che direste qualcosa di MOOOOOLTO diverso... :rolleyes:


ti ho gia' risposto in qualche post precedente, dicendo di apprezzare molto Giuliano "elefantino" Ferrara pur essendo lontanissimo dalle sue idee.....

romans 11-05-2007 04:56 PM

Quote:
Originally Posted by tiolucas73
ti ho gia' risposto in qualche post precedente, dicendo di apprezzare molto Giuliano "elefantino" Ferrara pur essendo lontanissimo dalle sue idee.....



ABNormal 11-06-2007 09:37 AM

spero che, per rispetto almeno della sua morte, avvenuta oggi 6 nov 2007, la smettiate di scrivere le tante immancate corbellerie.

alma 11-06-2007 09:47 AM

Quote:
Originally Posted by ABNormal
spero che, per rispetto almeno alla sua morte, avvenuta oggi 6 nov 2007, la smettiate di scrivere le tante immancate corbellerie.

Quote!
:( :( :(


All times are GMT +2. The time now is 01:23 AM.

Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.