Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 02-12-2009, 11:19 PM
staff staff is offline
Administrator
 
staff's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Posts: 6,439
staff is on a distinguished road
Exclamation D'Alia contro Internet! - leggete e divulgate



Marco Montemagno

Ascoltavo schifato e incredulo questa intervista di Alessandro Gilioli al Senatore D'Alia, a proposito dell'emendamento da lui inserito nel pacchetto sicurezza (che prevede in sintesi la possibilità di oscurare interi siti se questi contengono eventuali "contenuti documentanti o inneggianti a reati di varia natura"...).

Ora che dire? Non c'è nulla da dire se non le solite banalità dette e stradette, adatte a queste misere situazioni.


Non so voi, ma io sono davvero stufo di questi politici che non hanno neanche la decenza di imparare due regole di base della Rete, prima di legiferare e poi difendono con superbia le proprie indifendibili posizioni.

Sono situazioni talmente inverosimili che è difficile trovare le parole giuste per commentarle.

Il problema infatti non è se stiamo parlando di un emendamento giusto o sbagliato.

In questo caso sarebbe giusto prendere una posizione, spiegare, analizzare, argomentare.

Ma qui parliamo del nulla. Di un nulla che però fa danni.


Che cosa vuoi dire a un politico che ti dice che Facebook e YouTube (= astraendo Internet) vanno chiusi se ci viene caricato dentro materiale che non va bene?

E' come dire: se uno fuma, togliamo l'ossigeno a tutti quanti.
Se un tizio è un pirata della strada, chiudiamo le autostrade.
Se nel mondo qualcuno fa una guerra, chiudiamo il mondo.
Se c'è un erbaccia in un prato brucio un campo intero. E via così.


Ovvio poi che se entriamo nel merito farebbe solo dei disastri un emendamento del genere.

Esempio pratico: Google in base a questo astuto emendamento viene chiuso (!) perchè, facciamo il caso, linka a materiale che non va bene.
Uhm, che succede?
I siti d'informazione che si basano sull'advertising chiudono dopo 5 minuti (visto che Google passa fino all'80% del traffico).

Chiudono i siti d'informazione, chiudono le concessionarie, i giornalisti vanno a casa, ah! chiudono anche tutti i siti collegati a Google (uhm..tutti?).
Geniale, davvero geniale questo emendamento!

E allora, i nostri politici dovrebbero essere obbligati per legge a fare corsi di informatica e dovrebbero avere il divieto di legiferare in materia di Rete se prima non superano un test di base.

Internet è il mondo in cui vivete anche Voi, signori politici, magari non ve ne siete ancora accorti ma è così.

Se non Vi sta bene fate qualcosa per migliorarlo vivendoci dentro - e si ce ne sono mille di cose migliorabili, come nella vita - oppure se non vi sta bene che il mondo sia cambiato, andate a vivere su un'isola deserta.

fonte: http://internet.blogosfere.it/2009/...i-italiani.html


Questa e' l'email del senatore D'alia:
dalia_g@posta.senato.it

Scrivete cosa ne pensate , in modo educato mi raccomando!... Fate sentire la vostra voce!

E' importante che ognuno di noi faccia pressioni su questa legge "scellerata", ditelo a tutti i vostri amici, create gruppi su facebook , scrivete ai nostri deputati
http://blog.quintarelli.it/files/elenco-mail.xls
__________________
CoolStreaming on Iphone / Ipad / Android / Android Tablet
Install Now Click Here

Last edited by staff : 02-14-2009 at 01:57 PM.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 02-13-2009, 09:49 AM
djegon djegon is offline
Senior Member
 
djegon's Avatar
 

Join Date: Sep 2005
Location: Milano
Posts: 257
djegon is on a distinguished road
Send a message via MSN to djegon
Talking

Evviva il Popolo della Libertà Vigilata....


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 02-13-2009, 11:57 AM
mimmo-44 mimmo-44 is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2006
Location: germania
Posts: 936
mimmo-44 is on a distinguished road
Wink Che dire!!!!

Una volta si diceva :Aiuto arrivano li turchi!!! adesso dobbiamo gridare :Aiuto arrivano i clonati!!!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #4  
Old 02-13-2009, 12:05 PM
alma alma is offline
Moderator
 
alma's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Posts: 5,963
alma is on a distinguished road
Default

Che dire?!Si commenta alla sola lettura.L'importante è farla partire in mailing list di tutta la propria rubrica di posta.
(@Staff:Sticky.pls! )
__________________
FreeIPTVforFreePeople
P2PTV?...incomincia da qua.
Perché non continuar così...e poi magari registrare?
Se hai domande...te lo cerco io
La (R)esistenza continua


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #5  
Old 02-13-2009, 04:52 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

torno dall'ennesima conferenza stampa (deserta) dove dati allucinanti -da incriminazione per genocidio- venivano mostrati e documentati da grandi esperti ad una europarlamentare. ad ogni dato la frase si concludeva con "solo la certezza di impunità su tutto permette a questa gente di contnuare a stare lì a proseguire lo scempio", senza che nessuno avesse qualcosa da eccepire, nonostante la gravità delle accuse....

la sensazione che inizio ad avere è quella che forse dovrebbe qualcosa dovrebbe scattare in molti di noi (anzi sarebbe già dovuto scattare da qualche anno): noi diciamo che stiamo cadendo in un regime illiberale, pericoloso e terribile... ma come si fa a capire quando oramai sei GIA' dentro al regime? cambia il colore del cielo? guido pancaldi (citazione x i + vecchi) grida "trì du on" e fischia l'inizio della dittatura? c'è un DJ che sfuma il brano "democrazia" con quello "regime" e i cui movimenti siano visibili?
insomma... vi ponete il dubbio che se queste cose accadono è perchè "solo la certezza di impunità su tutto permette tutto questo" e che l'impunità sia dovuta dal fatto che è troppo tardi, che la dittatura, volente o nolente, sia già bella che cominciata?
quanti di noi hanno avuto i nonni che ben lontani dal "ventennio" ancora non capivano di essere passati in un regime e che "se ti facevi i fatti tuoi si viveva bene"?
cosa attendete per porvi il dubbio? e quale mancato evento vi fa sperare che il tutto sia da posticiparsi ancora?
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #6  
Old 02-13-2009, 05:28 PM
Irenicus Irenicus is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2005
Location: Milano
Posts: 249
Irenicus is on a distinguished road
Default



ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #7  
Old 02-13-2009, 07:10 PM
mimmo-44 mimmo-44 is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2006
Location: germania
Posts: 936
mimmo-44 is on a distinguished road
Unhappy Siamo davvero messi male!!!

Il guaio e"che le ultime due generazioni non hanno sofferto una guerra e i suoi derivati,si accorgeranno quando ormai e"troppo tardi.Se"poi qualcuno pensa con nostalgia ai tempi che scalmanati ammazzavano i politici,sei anche passibile di essere processato per istigazione!!E"questa me la chiamano liberta"di espressione?????Bravo berlusca continua cosi", finche" il popolo dorme,Io mi auguro che si sveglino coloro che fino adesso ti hanno sorretto,inconsciamente di quello che un domani l" aspetta!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #8  
Old 02-13-2009, 10:52 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

Dal Blog di Travaglio:


Zorro
l'Unità, 12 febbraio 2009

Lui fa sempre così: impone un tema a tutti i giornali e tg per nascondere qualcosa di losco. Stavolta ha usato il corpicino di E.E. mentre si metteva al riparo dal processo Mills. Occhio alle date. Il 6 febbraio la Corte costituzionale stabilisce che le sentenze definitive «valgono» come prova nei processi in corso. Il 7 febbraio il governo infila nel ddl Alfano-Ghedini sulla giustizia un codicillo che dice il contrario: salvo che nei processi di mafia e terrorismo, le sentenze definitive non valgono più. Ciò che ha accertato irrevocabilmente la Cassazione dev'essere ridimostrato ogni volta, richiamando tutti i testi già sentiti nel processo chiuso. Norma incostituzionale (cancella una sentenza della Consulta) che, per giunta, allunga i tempi dei processi. Indovinate un po' chi si avvantaggerà di questo cavillo da azzeccagarbugli? Ma l'imputato Berlusconi, naturalmente, se e quando tornerà in tribunale per corruzione del testimone Mills. Fra sette giorni il processo a carico di Mills arriverà a sentenza. Supponiamo che sia di condanna e che venga confermata in appello e in Cassazione: i giudici avrebbero in mano un giudicato definitivo su Mills corrotto da Berlusconi. Giudicare Berlusconi per aver corrotto Mills sarebbe un gioco da ragazzi, senza richiamare decine di testi. Di qui il provvidenziale salva-Silvio. Lui chiedeva di rimettere il sondino a E.E. e intanto lo staccava ai giudici. L'altro giorno, a Torino, due tizi hanno rapinato una banca mascherati da Berlusconi e Dell'Utri. Sulle prime il cassiere era terrorizzato. Poi ha capito che erano solo maschere.
__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #9  
Old 02-13-2009, 10:55 PM
ABNormal ABNormal is offline
Administrator
 
ABNormal's Avatar
 

Join Date: May 2005
Posts: 4,002
ABNormal is on a distinguished road
Send a message via ICQ to ABNormal Send a message via MSN to ABNormal Send a message via Yahoo to ABNormal
Default

__________________
«Fino a quando il colore della pelle sarà più importante del colore degli occhi ci sarà sempre la guerra.» Bob Marley


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #10  
Old 02-14-2009, 01:09 PM
staff staff is offline
Administrator
 
staff's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Posts: 6,439
staff is on a distinguished road
Default

“E’ come bloccare tutta la linea ferroviaria perché in una stazione ci sono dei graffiti sconvenienti”. Facebook, dalla California e con qualche ritardo, replica all’approvazione dell’emendamento al decreto sicurezza o “emendamento D’Alia”, dal nome del senatore dell’Udc che l’ha presentato e fatto approvare anche dalla maggioranza (qui il servizio Bloomberg, in inglese). E lo fa rivendicando a sè una “policy” molto rigorosa sul trattamento dei contenuti illegali: “Noi prendiamo molto sul serio il problema dei contenuti che incitano alla violenza e ci adopereremo per rimuoverli”.

L’emendamento del senatore D’Alia ha preso le mosse dal caso delle pagine inneggianti a Totò Riina apparse il mese scorso su Facebook. Ma la sua formulazione, che una volta approvata in via definitiva avrà forza di legge, prevede una procedura che viene ritenuta di fatto equivalente alla censura.

A rimuovere le pagine dovrebbero essere i provider, cioè le compagnie telefoniche, che verrebbero multate fino a 300 mila euro in caso di inadempienza o ritardo. Di fronte all’impossibilità - questo l’argomento di chi si oppone al provvedimento - di reperire in tempi brevi il responsabile del singolo contenuto “criminale” (si può fare ma è pratica lunga e indaginosa), il provider si risolverebbe alla chiusura temporanea ma generalizzata di tutto il sito o piattaforma. La misura si applicherebbe poi anche ad altri social network, come YouTube.

L’argomento dell’industria internet - e di gran parte degli utenti della rete - è che questa misura contiene uno spirito censorio molto forte, che “butta il bambino con l’acqua sporca” e tenderà a colpire l’espressione libera degli utenti solo perché qualcuno sta compiendo un reato. E’ quanto ha detto ieri Marco Pancini, responsabile istituzionale di Google Italia, ieri a Repubblica.it (post sotto), parlando di “legge ad Aziendam” e chiedendo al governo di ascoltare la voce dell’industria digitale.

repubblica.it
__________________
CoolStreaming on Iphone / Ipad / Android / Android Tablet
Install Now Click Here


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 07:52 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.