Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 12-08-2007, 12:38 AM
torex78 torex78 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Barletta (BT, Italy)
Posts: 198
torex78 is on a distinguished road
Send a message via MSN to torex78
Default Salgono A Quattro I Morti Dell'acciaieria Maledetta - Ansa

TORINO - Si aggrava di giorno in giorno il drammatico bilancio dell' incendio alla ThyssenKrupp, l'acciaieria maledetta che nella notte tra mercoledì e giovedì ha trasformato in torce umane sette operai. Dopo Antonio Schiavone, 36 anni, che abitava a Envie (Cuneo) con moglie e tre figli piccoli, il più vicino alla linea 5 dell'impianto di trattamento termico dove si è sviluppato l'incendio, stamattina, poco prima delle sette, è morto Roberto Scola, 33 anni, che era stato ricoverato all'ospedale Molinette, mentre nel pomeriggio, al San Giovanni Bosco, Angelo Laurino, 43 anni, é stato stroncato da un'insufficienza multiorgano.

Entrambi avevano ustioni di terzo grado sul 95% del corpo. Questa sera al Cto di Torino, è morto anche Bruno Santino, l'operaio, che aveva 26 anni, ed era stato trasferito in giornata dall'ospedale Maria Vittoria al centro grandi ustionati del Cto. A pregare tutto il giorno perché si salvasse il fratello Luigi, pure lui operaio alla Thyssenkrupp (ma non era di turno mercoledì notte). Intanto il pm Raffaele Guariniello ha aperto due procedimenti penali paralleli come prevede la legge: "Uno riguarda le persone fisiche responsabili dei fatti, l'altro l'impresa". Scola, viveva a Torino, era sposato aveva due figli molto piccoli (uno di 17 mesi e l'altro di quasi tre anni).Quando è arrivato al pronto soccorso del Cto era cosciente e terrorizzato all'idea di non rivedere più i suoi bimbi. Laurino, anche lui abitante a Torino, aveva due figli, Fabrizio di 12 anni e Noemi di 14. Con l'aggravarsi della tragedia aumenta anche la richiesta di trovare i responsabili della tragedia: "Grazie per quello che state facendo per mio marito, tutti si danno da fare moltissimo qui in ospedale, ma io chiedo anche giustizia dalla magistratura", ha detto la moglie di Laurino al ministro Livia Turco un paio d'ore prima di avere la drammatica notizia della morte di Angelo.

E la Turco ha risposto: "Noi ci siamo qui, ma anche la magistratura farà il suo dovere". Rabbia e dolore anche tra i familiari di Scola: "Da quando aveva capito che le acciaierie sarebbero state chiuse - ha detto oggi la mamma, Marisa Pisano - Roberto stava valutando altre offerte di lavoro. Però alla Thyssenkrupp si trovava bene e gli sarebbe dispiaciuto andarsene". Rimane appeso a un filo il destino degli altri tre feriti gravissimi, di cui tre ricoverati a Torino ed uno a Genova. All'ospedale Maria Vittoria lotta tra la vita e la morte Giuseppe De Masi, 26 anni, che vive a Torino con i genitori ed ha una madre infermiera; mentre alle Molinette è ricoverato Rocco Marzo, di 54, sposato a padre di due figli. A fine mese sarebbe dovuto andare in pensione. Tutti hanno ustioni di secondo e terzo grado su oltre il 90% del corpo. Viene tenuto in coma farmacologico, all'ospedale Villa Scassi di Genova, Rosario Rodinò, 26 anni. Le prime autopsie sulle vittime saranno eseguite lunedì e martedì prossimo.

Nel frattempo proseguono gli accertamenti in fabbrica per capire con precisione il punto in cui si è verificata la tragedia, la causa dell'incendio e se tutte le norme per la sicurezza sono state rispettate. Per questo motivo la Procura ha controllato oggi tutti gli estintori dello stabilimento dopo la denuncia di alcuni operai, che hanno detto che alcuni non funzionavano. Altro aspetto da chiarire è l'operato della squadra antincendio e la sua formazione. Pare infatti che gli operai avessero la prassi di sbrigarsela da soli quando capitavano piccoli inconvenienti. Non è chiaro se la notte dell'incidente la squadra antincendio fosse presente al completo nello stabilimento o se ci fosse un solo componente che, come emergerebbe dalle prime indiscrezioni, era in un altro reparto.

Al momento non ci sono iscrizioni nel registro degli indagati, ma ci saranno presto. La Procura ha infatti chiesto al Thyssenkrupp tutto l'organigramma della società, compreso quello della capogruppo tedesca, per valutare i ruoli e le competenze.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 12-08-2007, 12:41 AM
torex78 torex78 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Barletta (BT, Italy)
Posts: 198
torex78 is on a distinguished road
Send a message via MSN to torex78
Angry La strage calpestata

Tutto verrà archiviato come al solito mentre nel giorno del dolore a milano si pensa a divertirsi alla teatro la Scala... con il presidente dell Repubblica Napolitano
MA LO STATO DOV'E'? VERGOGNA

Last edited by torex78 : 12-08-2007 at 12:44 AM.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 12-08-2007, 01:01 PM
caneca80 caneca80 is offline
Senior Member
 

Join Date: Sep 2005
Posts: 162
caneca80 is on a distinguished road
Default

Questo centra poco, dopo tutte le tragedie c'è sempre chi va a divertirsi. Mi da più fastidio pensare che nessuno paghera per una tragedia simil, tutto finira nel dimenticatoio come al solito.


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #4  
Old 12-08-2007, 07:53 PM
Malcom1875 Malcom1875 is offline
Senior Member
 

Join Date: Apr 2007
Location: Torino
Posts: 1,482
Malcom1875 is on a distinguished road
Send a message via MSN to Malcom1875
Default

Thyssen Krupp: disastro annunciato...e non solo quello!

Quanto accaduto ieri e sta ccadendo oggi in relazione ia fatti dell Thyssen Krupp deve far riflettere!
Dunque ieri nello stabilimento torinese della famosa acciaeria tedesca specializzata in lamierini magnetici si è sviluppato un grosso incendio che ha coinvolto 7 operai:un morto subito, altri 3 nel giro poche ore ain ospedale ed altri 3 sono tutt'ora in pericolo di vita.
Le cause ufficialmente sono sconosciute e vi sono in corso diverse inchieste, ma gli operai denunciano la dismissione totlale dei sistemi di sicurezza: la manutenzione era affidata agli stessi operai, turni di 18 ore (invece del limte 13 ore giornaliere),estintori scarichi,ecc.
Tutto questo da quando l'azienda ha annunciato alcuni mesi orsono la dismissione dello stabilimento,cosa che per altro volevano già fare lo scorso anno a Terni.
Due dirigenti sono già sotto inchiesta,luned' sciopero dei metalmeccanici per protesta e lutto cittadini a Torino (meglio sarebbe farlo nazionele).
Il Mnistro Ferrero ha chiesto un CdM straordinario per includere nel decreto sicurezza anche anche nuove norme a tutela del lavoro (personalmente condivido la proposta ndr).
Condivido anche la denuncia di Prodi sulle resposnsabilità delle aziende che questo caso mette in evidenza più che mai chiara!
Questa piaga delle morti binanche deve finire, si cominci a far rispettare le norme sulla tutela del lavoro e non solo sul piano sicurezza.
Questo significa ridare vigore agli ispettorati del lavoro,battere il precariato e diffondere la cultura della legalità fra gli imprenditori ed altri datori di lavoro.
Ci si guardi mene dunque da fare proposte oscene come la detassazione dello straordinario e Confindustria e sui 18 consociati comincino a fare introsezione e pulizia al loro interno invece di invocare sempre qualche finanziamanto a scapito dei soliti poveracci ormai espsroriati di ogni loro diritto in nome delle lobby,piccole o grandi che siano (anche i tassisiti sono una lobby ndr).
Il rischio e che stragi del genere si ripetano e che con certe proposte si peggiori la situazione invece di migliorarla, si annuncia un periodo duro per il mondo del lavoro,sembra di essere tornati agli scontri fra datori ed operai di inizio 900! La cosa è molto grave!


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 11:11 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.