Go Back   CoolStreaming Forum > CoolStreaming > Streaming News
User Name
Password
Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read





Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 12-18-2006, 01:04 AM
staff staff is offline
Administrator
 
staff's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Posts: 6,790
staff is on a distinguished road
Exclamation Time: La persona dell'anno sei TU!

La «persona dell'anno»? Siete voi. Voi navigatori, secondo Time. Il settimanale, pubblicando in copertina un computer con uno specchio al posto dello schermo, ha scelto di incoronare per il 2006 «tutte le persone che hanno partecipato all'esplosione della democrazia digitale» usando Internet per diffondere parole, immagini e video, contribuendo al successo di siti come «YouTube» o «MySpace».
«Per aver preso le redini dei media globali, per aver fondato e aver dato forma alla nuova democrazia digitale, per aver lavorato gratis e aver battuto i professionisti al loro stesso gioco, la Persona dell'Anno 2006 di Time siete voi», scrive sulla rivista Lev Grossman. «Se voi scegliete un individuo dovete giustificare come questa persona ha influenzato milioni di altre persone - continua -. Ma scegliendo milioni di persone, come è accaduto quest'anno, non ci obbliga ad alcuna giustificazione».


LO SPECCHIO - Sulla copertina di Time, che sarà in edicola domani, spunta uno specchio «perché riflette letteralmente l'idea che voi, non noi, state trasformando l'era dell'informazione», afferma in un comunicato il redattore capo Richard Stengel.

BATTUTI - Gli utenti hanno dunque battuto per il titolo di Persona dell'Anno candidati di spicco, tra cui il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, il presidente cinese Hu Jintao, il leader nord coreano Kim Jong-il e James Baker, l'ex segretario di Stato Usa che ha guidato la commissione bipartitica denominata Gruppo di Studio sull'Iraq.

LUNGA TRADIZIONE - Il titolo di "Persona dell'Anno" del 2005 è andato al magnate dell'informatica Bill Gates, a sua moglie Melinda e al cantante rock Bono per l'iniziativa Good Samaritans. Time ha cominciato a indicare la sua «Persona dell'Anno» nel 1927, e la tradizione ha alimentato ogni anno varie ipotesi ma anche controversie, come quella del 1938, quando il personaggio dell'anno fu Adolf Hitler, o nel 1979, quando sulla copertina del settimanale comparve l'Ayatollah Khomeini. Grossman, che per Time scrive di tecnologia e recensisce libri, ha spiegato che i creatori e i consumatori dei siti Internet "user-generated" hanno mostrato l'esistenza di una comunità e di una collaborazione su una scala finora mai vista. «Si tratta dei molti che tolgono il potere ai pochi, dell'aiuto recipropco gratuito, di come ciò non solo cambierà il mondo, ma anche il modo in cui il mondo cambia».

I PROTAGONISTI - «Lo strumento che rende ciò possibile è il World Wide Web», scrive ancora il giornalista. «E' uno strumento per mettere insieme i piccoli contributi di milioni di persone, per renderli importanti». MySpace - acquistato dal gigante dei media News Corp l'anno scorso per 580 milioni di dollari - conta oltre 130 milioni di utenti nel mondo e registra circa 300.000 nuovi membri al giorno, mentre YouTube - comprato da Google il mese scorso per 1,65 miliardi di dollari - conta circa 100 milioni di pagine viste al giorno.







17 dicembre 2006



fonte: corriere.it
__________________
CoolStreaming on Iphone / Ipad / Android / Android Tablet
Install Now Click Here


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 12-18-2006, 01:23 AM
staff staff is offline
Administrator
 
staff's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Posts: 6,790
staff is on a distinguished road
Default

Ho appena visto il TG1 delle 20:30.
Mi capita raramente, la TV terrestre di flusso non la vedo mai. Un errore sul telecomando, salta SKY, si apre lavecchiaTVdaisettecanali e vedo la copertina del Time in cui è fotografato il personaggio dell'anno.
Quest'anno è il turno di "YOU". Il Time giustifica la scelta con un'approfondita analisi, spiegando puntualmente cosa sono i contenuti partecipativi, cos'è la "coda lunga" e cos'è cambiato nei media nel 2006.
La giornalista del TG1 a cui è stato detto di preparare un servizio sulla copertina del Times invece decide di girare il servizio presso un Internet Cafè di Roma. Mentre scorrono le immagini la voce della giornalista in sostanza dice che il Time ha scelto di mettere in copertina NOI, perché, siccome navighiamo, allora siamo molto importanti. Non spiega altro passa a intervistare una signora sui 55 anni, capelli bianchi e lineamenti caucasici. Le chiede cosa fa davanti al computer e il voice over della giornalista dice che la signora manda email ai suoi parenti in Australia. Probabilmente voleva stupire i telespettatori perché soddisfatta del primo take, passa a un altro avventore del cybercafé. Ma prima la voce fuori campo esordisce: "Un nuovo sistema IUTUB...".
Allora perché non pronunciare "IOUTUBE" come si legge all'italiana? "IUTUB" farà solo pronunciare male il nuovo termine a chi non lo ha mai sentito e farà sorridere chi invece lo conosce già come "IUTIUB". E' evidente che non si tratta di un mio sofismo o di un suo errore di pronuncia, in quanto tutti i miei lettori non avranno dubbi che la ragione risiede nel fatto che con buona probabilità la giornalista non l'aveva mai sentito pronunciare prima!
Poi procede, chiede al ragazzo se ha mai inserito un video su IUTUB, lui dice no ma che gli piacciono i video divertenti in Rete.
Servizio finito!
Totale 1 minuto circa. Il conduttore passa oltre senza alcun commento.
Il vero nemico della cultura digitale è la televisione terrestre di flusso italiana. Una fabbrica di ignoranza in cui ogni volta che parla di tecnologia o di digitale trasmette messaggi fuorvianti, quando va bene imprecisi, altrimenti profondamente errati. Lo fa solo quando è costretta da un fatto di cronaca e lo fa con la supponenza di chi pensa che in fondo non gliene freghi niente a nessuno.
I media tradizionali sono quelli "frequentati" dagli analogici, è neccessario quindi trasmettere i giusti messaggi e senza la superficialità con cui lavorano i giornalisti di settore o peggio, come credo sia successo stasera, con una giornalista a caso che è stata 'buttata' a parlare di quella strana copertina del Time.
Mi immagino un "Aho! Ma che devo fà?", "Boh vedi 'n po' tu. Er Times dice che sta cosa c'entra co Internet. Vai a un, come si chiamano? ...Internet Cafè, ecco", "Io ce vado ma che je dico?", "Che ne so, 'nventa! Chiedi che stanno a fà su Internet, stai vaga e... tranquilla, lo famo durà poco sto servizio... Ah! Chiedi anche de sto IUTUBBE che mia fija dice che è na cosa nuova che va forte...", "IUTUB? ok vado.".

fonte: http://blog.camisani.com
__________________
CoolStreaming on Iphone / Ipad / Android / Android Tablet
Install Now Click Here


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 12:19 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2016, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.