Go Back   CoolStreaming Forum > CoolStreaming > Streaming News
User Name
Password
Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read





Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 08-27-2007, 01:33 PM
giammy1288 giammy1288 is offline
iModerator
 
giammy1288's Avatar
 

Join Date: Oct 2005
Location: Italia
Posts: 3,074
giammy1288 is on a distinguished road
Default Fondazione Ugo Bordoni, report sull'IPTV

La Fondazione Ugo Bordoni ha prodotto un interessante report relativo allo status dell'IPTV. Come di consueto la situazione italiana è stata contestualizzata nel quadro del panorama internazionale, il tutto partendo dalla definizione dell'oggetto dell'indagine: «l'ITU definisce la IpTV come multimedia services such as television/video/audio/text/graphics/data delivered over IP based networks managed to provide the required level of QoS/QoE, security, interactivity and reliability». L'analisi è stata portata avanti sul campo dalla ISIMM (Istituto per lo Studio dell'Informazione nei Media e per la Multimedialità).

Introduce il report (pdf): «il dinamismo registrato nel settore degli audiovisivi su internet rappresenta la risposta delle imprese del settore della convergenza al verificarsi di alcune condizioni di carattere tecnologico, economico e sociale»: il convergere di particolari condizioni, insomma, apre alla possibilità dell'insorgere di nuovi paradigmi per il mercato. Infatti «una nuova generazione di consumatori-produttori sta segnando sul web il mercato dei contenuti digitali con i propri contributi creativi, nasce il fenomeno dell'User Generated Content che canalizza l'interesse verso l'utilizzo di tecnologie di rete per procurarsi contenuto audiovisivo. Lo scenario è pertanto caratterizzato da una pluralità di offerte di servizi audiovisivi su Internet che si affiancano alla tradizionale distribuzione televisiva sulle diverse piattaforme digitali e analogiche». Prima di avviare all'indagine sulla situazione italiana, il report distingue espressamente Joost e ****lgum dal resto dell'offerta sottolineando la natura di streaming su cui si basa la loro tecnologia.

«In Italia il primo servizio di Iptv è stato lanciato fin dal 2001 da Fastweb, tra i primi operatori a livello mondiale. In sei anni, la base di clienti del servizio televisivo è cresciuta molto lentamente, per attestarsi sui 170.000206 attuali. Telecom Italia ha commercializzato il proprio servizio di Iptv - Alice Home Tv - nel dicembre 2005, attestandosi dopo oltre un anno di attività agli attuali 31.000 utenti. Tiscali e Wind hanno annunciato l'intenzione di lanciare un proprio servizio nel corso del 2007» (pdf). In Italia la premessa è quella per cui lo stato della banda larga si configura ancora una volta come il collo di bottiglia per il settore: il paese è tra quelli in cui la penetrazione del broadband è minore e, parallelamente, la presenza dell'incumbent rimane la più incisiva di tutto il continente. Il report continua sciorinando gli impegni di Mediaset, Rai e Sky Italia nell'abbracciare la nuova tecnologia, indicazioni dalle quali si evince la prossima esplosione del fenomeno anche nel nostro paese. Banda larga permettendo.

fonte: http://webnews.html.it/news/leggi/6...eport-sulliptv/
__________________
Nuovo arrivato? CLICCA QUI
Non sai come usare un software? Vai nella sezione GUIDE oppure consulta la WIKI
Guarda GIAMMY TV e ORANGE ROAD TV

Giammy



ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 09:52 PM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2016, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.