Go Back   Forum > CoolStreaming > Streaming News

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read



Our website is made possible by displaying online advertisements to our visitors.
Please consider supporting us adding to your whitelist www.coolstreaming.us . Read Guide


Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 08-28-2007, 11:27 PM
staff staff is offline
Administrator
 
staff's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Posts: 6,448
staff is on a distinguished road
Default Viva la tv , la Tv è morta parola di Vint Cerf

Il padre dell'internet spiega perché dobbiamo aspettarci la scomparsa del broadcast tradizionale e come la rete trasformerà la televisione. Che diverrà sempre più simile a un iPod.

E' la fine della tv come la conosciamo. Il che significa davvero, per chi ci lavora e ci fa affari, la fine di un mondo. Eppure da questo passaggio potrebbero nascere nuove opportunità. E' ottimista Vint Cerf, vice president di Google (e suo chief internet evangelist) ma soprattutto uno dei padri fondatori della rete, avendo sviluppato (insieme a Bob Khan) il protocollo di comunicazione Tcp/Ip. Al festival internazionale della televisione di Edimburgo, funestato da una crisi di pubblico ma soprattutto di fiducia nei confronti della programmazione televisiva, "l'evangelizzatore" sessantaquattrenne porta infatti un messaggio di speranza: internet trasformerà il business della tv, ma ciò non deve essere necessariamente visto come una minaccia. Certo, bisognerà prima attraversare, e Cerf fa capire che ci siamo vicini, un momento iPod anche per il tubo catodico.

Come dire, lo stesso tipo di shock subito dall'industria musicale col prorompere dei lettori mp3: un destino che appare inevitabile. «L'85 per cento di tutti i video che guardiamo sono pre-registrati…. – ha dichiarato l'informatico americano, fondatore tra l'altro della Internet Society - Ci sarà ancora bisogno della televisione in diretta per certe cose (notizie, sport, emergenze), ma la sua fruizione sarà sempre più simile a un iPod, dove si scaricano dei contenuti che verranno consumati successivamente».

Del resto è stato proprio il fenomeno di YouTube e degli altri siti di condivisione video a convincere l'industria televisiva a testare internet: tanto che lo scorso mese la Bbc ha lanciato un servizio di download gratuito, iPlayer. Ma per Cerf si tratta solo dell'inizio e nel prossimo futuro dovremo aspettarci la scomparsa dei canali tradizionali di broadcasting. Alcune possibilità s'intravedono già in Giappone dove si può scaricare un film di un'ora in 16 secondi.

E a chi obietta che l'aumento del traffico video online potrebbe fare collassare l'internet, Cerf replica che non c'è pericolo: «Siamo ancora lontani dall'esaurire le capacità del network». Piuttosto il rischio è un altro: quello che oggi è salvato sul Web potrebbe perdersi nei secoli a venire. Informazioni preziose rischiano di non essere preservate e tramandate, così come è successo per secoli con la carta e le pergamene, perché scritte in bit. Per ora comunque la sfida è quella di connettere alla rete i restanti 5,5 miliardi di abitanti del pianeta. «Penso che aggiungeranno cose che beneficeranno tutti noi


http://www.visionpost.it/index.asp?C=10&I=2335
__________________
CoolStreaming on Iphone / Ipad / Android / Android Tablet
Install Now Click Here


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 08-28-2007, 11:52 PM
alma alma is offline
Moderator
 
alma's Avatar
 

Join Date: Nov 2005
Posts: 5,963
alma is on a distinguished road
Default

Wooaw!Meravigliose realistiche prospettive,sempre piu` rosee e meno cielesti!
__________________
FreeIPTVforFreePeople
P2PTV?...incomincia da qua.
Perché non continuar così...e poi magari registrare?
Se hai domande...te lo cerco io
La (R)esistenza continua


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #3  
Old 08-29-2007, 12:06 AM
romans romans is offline
Senior Member
 
romans's Avatar
 

Join Date: Jan 2006
Location: Roma
Posts: 2,461
romans is on a distinguished road
Default

Una domanda mi sorge, vista l'ottima qualità dell'home tv di Alice (che sto testando gratuitamente ) e all'apparenza pare usare solo un 2 mega di banda all'incirca (ma posso tranquillamente sbagliarmi) quante possibilità esistono che canali meno tradizionali possano essere fruiti dalla rete su uno schermo di un bel po' di pollici?

Insomma esistono ostacoli di costi, server, provider ecc... considerevoli?


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #4  
Old 08-30-2007, 08:26 PM
romans romans is offline
Senior Member
 
romans's Avatar
 

Join Date: Jan 2006
Location: Roma
Posts: 2,461
romans is on a distinguished road
Default

Quote:
Originally Posted by romans
Una domanda mi sorge, vista l'ottima qualità dell'home tv di Alice (che sto testando gratuitamente ) e all'apparenza pare usare solo un 2 mega di banda all'incirca (ma posso tranquillamente sbagliarmi) quante possibilità esistono che canali meno tradizionali possano essere fruiti dalla rete su uno schermo di un bel po' di pollici?

Insomma esistono ostacoli di costi, server, provider ecc... considerevoli?


nessuno che prova ad abbozzare una risposta?....


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 01:49 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.