Go Back   CoolStreaming Forum > CoolStreaming > Streaming News
User Name
Password
Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read





Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 01-16-2006, 01:44 AM
calog33 calog33 is offline
Senior Member
 
calog33's Avatar
 

Join Date: Jun 2005
Posts: 5,514
calog33 is on a distinguished road
Default notizia presa dal sito www.risorsefree.it

Internet cancella i diritti tv

Mentre i presidenti delle società di serie A, spalleggiati dai politici, si azzuffano davanti al saporito e ricco piatto dei diritti tivù, c’è chi, seduto davanti al suo pc, fatica a nascondere un soddisfatto sorriso. Sono quegli appassionati di sport che, senza spendere un euro, si guardano quelle stesse partite che Sky, Mediaset e La 7 si sono aggiudicati per milioni di euro.

Gratis è una di quelle parole che fa tremare le vene ai polsi dei signori del sistema calcio e dei tycoon italiani e non solo. Eppure l’ostacolo «pay per view» è stato aggirato: decoder, parabole e carte prepagate sono state accantonate e la falla aperta. Bastano un pc, una connessione Internet veloce con adsl o fibra ottica (ormai diffusissime), il sito ed il software giusto e il gioco è fatto. Sono quindi sufficienti poche operazioni alla portata di chiunque abbia una minima abilità al computer con istruzioni per l’uso facilmente comprensibili anche ai più refrattari.

I siti su cui andare per scoprire questo nuovo modo di fruire lo sport sono www.calciolibero.com, un manifesto già nel nome, e www.coolstreaming.it che si avvalgono della tecnologia cinese che permette la ricezione del segnale televisivo dei canali tivù extracomunitari (tanta Cina, ma non solo).

I programmi sono diversi e si installano facilmente: c’è PPLive, che è una sorta di Napster legale che permette a chi vive all’estero di vedere le tivù del prorpio paese, PPStream, QQLive, SopCast e Syncast, tutti nomi che non ci dicono niente ma la cui qualità più preziosa è il loro utilizzo. Questi programmi permettono all’utente di vedere le partite trasmesse in chiaro in Cina e in altre televisioni extracomunitarie e di seguire non solo il calcio, ma anche gli incontri della Nba, della Nfl. Ad esempio il palinsesto di Calciolibero annuncia per domani notte Washington–Indiana e Miami–Seattle di basket e per domenica notte ancora un incontro Nba e Denver–Patriots di football americano.

Alle 15, sempre di domenica, sarà possibile vedere Juventus–Reggina irradiata da Shangai Sport, mentre la sera ci si potrà gustare Roma–Milan su Ubc Sport Action.

In Rete è nata una vera e propria comunità di «disobbedienti» che non ci vogliono stare e che si aiutano l’un l’altro osservando lo spirito della collaborazione e della condivisione online. Tra i più attivi nel forum di Calciolibero c’è «lipos81» di Palermo che nel suo sito scrive: «Il canale migliore dal punto di vista della qualità è sicuramente Cctv5 seguito da Espn. Poi troviamo Guangdong Sports, Shangai Sports e Dragon TV; sotto questi tutti gli altri».
Quindi spiega che «Cctv5 trasmette tutti campionati. Espn è il canale “ufficiale” della Premiership. Shangai trasmette quasi sempre gli anticipi e posticipi del nostro campionato, mentre Guangdong se li gira un po’ tutti, con una particolare predilezione per la Premier. Dragon TV ci regala invece in modo assiduo due partite di Champions, una il martedì e una il mercoledì».

Ma, avverte Lipos81 che trova anche il coraggio di lamentarsi: «’Sti cinesi cambiano le programmazioni ogni secondo, anche all’ultimo momento, quindi capita che il palinsesto che trovate qui non corrisponda al 100% alla realtà». La cosa incredibile è che mentre il mondo va in una direzione, spinto dalla tecnologia e nell’ottica di una globalizzazione non per forza da demonizzare, il mercato sembra non accorgersene.

Dalla sua parte e quindi da quella dei presidenti delle società di calcio e dei grandi gruppi televisivi giocano il fatto che ancora in tanti non conoscono questa possibilità (anche se domenica scorsa Calciolibero segnalava problemi per il server sovraccarico) e che non esiste una totale libertà di scelta: chi ad esempio volesse vedere tutte le partite di Juve o Milan dovrebbe fare i conti con un palinsesto che non dipende direttamente da lui (ma lo stesso fa, per fare un altro esempio, chi è abbonato a Sky Sport). Napster venne chiuso ma dopo di lui nacquero decine di siti per scaricare musica online, oggi stiamo probabilmente muovendo i primi passi verso una nuova concezione di televisione che, in un futuro non troppo lontano, ci farà guardare al satellite e ai decoder digitali con lo stesso spirito con cui adesso ci rigiriamo tra le mani quei grossi telecomandi dei primi Anni 80. «Ehi, ma tu te li ricordi i diritti tivù per il calcio?», «Ma sì, mi pare che se ne fece un gran parlare all’inizio del secolo...». Roba antica. La qualità dell’immagine? Eccellente.

| La Stampa.it |


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
  #2  
Old 01-16-2006, 10:16 AM
staff staff is offline
Administrator
 
staff's Avatar
 

Join Date: Mar 2005
Posts: 6,790
staff is on a distinguished road
Default

rettifichiamo come abbiamo gia' fatto... quel titolo e' sbagliato visto che i diritti vengono pagati..
__________________
CoolStreaming on Iphone / Ipad / Android / Android Tablet
Install Now Click Here


ToolBar Coolstreaming Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump



All times are GMT +2. The time now is 05:53 AM.



Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2016, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.