Go Back   Forum > OT-Forum > Libertà Digitali

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read






Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 11-30-2006, 02:24 AM
breunzo breunzo is offline
Senior Member
 

Join Date: Oct 2005
Location: Serapo beach
Posts: 1,152
breunzo is on a distinguished road
Default

La Stretta


di Marco Ottanelli

Uno di quei monelli agguantò quel volume e, presa di mira la testa di Pinocchio, lo scagliò con quanta forza aveva nel braccio: ma invece di cogliere il burattino, colse nella testa uno dei compagni; il quale diventò bianco come un panno lavato, e non disse altro che queste parole: - O mamma mia, aiutatemi... perché muoio! Poi cadde disteso sulla rena del lido. Alla vista di quel morticino, i ragazzi spaventati si dettero a scappare a gambe e in pochi minuti non si videro più. Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio, 1883


Il ministro della pubblica istruzione, l’ex DC Fioroni, ha annunciato che per sconfiggere il nuovo fenomeno del bullismo, si deve provvedere, entro dicembre, ad un giro di vite sulle sue “vere cause”: i videogames, internet, e la televisione.

La bravata dei compagni di Pinocchio, così vividamente descritta da Carlo Collodi settanta anni prima della TV ed un secolo prima dei videogiochi ed internet, è solo una delle migliaia e migliaia di “episodi di bullismo” che sarebbe possibile rintracciare su testi classici e diari anche antichi.

Ancora una volta moralismi, perbenismi, approssimazioni, veteroculturalismi da oratorio e incapacità di gestire l’esistente riprecipitano l’Italia nel club dei Paesi medievali: la colpa è delle streghe, che, in un paese di grande ignoranza scientifica come il nostro, si identificano perfettamente con la tecnologia, la quale, invece di essere appresa, studiata e sfruttata, è, dai nostri politici, avversata, temuta, combattuta. Eppur, si muove.

Il messaggio di Fioroni, che invece di impiantare internet in tutte le scuole, la vuole combattere, suona come una sinistra minaccia: in cosa consisterà, il giro di vite? In un mondo che aspira alla libertà, e che della libertà fa mezzo di sviluppo culturale e sociale, sull’Italia sta per abbattersi una ulteriore cappa di censura.

Siamo un Paese che si fa ridere dietro per le edulcorazioni nei doppiaggi dei film, che sanziona un cartone animato (I Griffin) per due allusioni ardite, che solleva un dibattito per gli isterismi vaticani su comici ed imitatori, che ha appena sfornato norme restrittive sulle intercettazioni (anzi, no! Sulla diffusione delle stesse: spiare si deve e si può! Anche illegalmente!), e adesso, grazie a Fioroni e alla orchestra di moralisti, anche nella magistratura, assistiamo a delle operazioni assolutamente incredibili, al confine tra oscurantismo di regime e provincialismo impacciato.

1) scopriamo che esiste il bullismo a scuola, come se non ci fosse mai stato, e indaghiamo nientemeno che Google, ovvero proprio la fonte che ha permesso di individuare e sanzionare i teppisti e violenti. Oltretutto Google ha un bilancio e un potere tale che ce se magna, come si direbbe a Roma, e il nostro annaspare goffo naufragherà sui banchi di tutte le corti internazionali

2) il forum dell’Aduc, sul quale comparivano commenti non graditi sulla chiesa cattolica, viene sequestrato ed oscurato

3) Tutti i siti che pubblicano la relazione sulla ASL 9 di Locri vengono indagati.

Ancora una volta, in Italia, si punisce non il colpevole di un reato, ma colui che lo rende noto all’opinione pubblica. La stretta liberticida si fa sentire sempre più forte, e il coinvolgimento, tra i “cattivi” anche dei videogiochi fa ipotizzare il risorgere dell’Indice, al quale mettere, perché no, pure libri e testi non filtrati, che le letture sbagliate, si sa, son la causa di tanti mali.

Quindi: censurare, censurare, censurare. Sempre. Gestire, che comporta cognizione di causa e fatica, mai.


Reply With Quote
  #2  
Old 11-30-2006, 10:24 AM
mathias mathias is offline
Senior Member
 
mathias's Avatar
 

Join Date: Aug 2005
Location: Alghero (Sardegna)
Posts: 1,153
mathias is on a distinguished road
Default

son davvero curioso di capire che cosa vogliono fare..in che senso limitare internet, se son i soliti annunci così oppure c'è qualcosa di più concreto..
Non si rendono conto comunque, riprendendo un concetto dell'articolo, che certi fenomeni esistono da sempre..e ne succedono ogni giorno..io credo che un ruolo in questi allarmismi lo abbia in buona parte la stampa.Fateci caso:

accade che un pitbull azzanni una persona e succede: che da lì ai giorni succesivi in tutta italia sia un fiorire di aggressioni di pitbull.Ma quanta gente ogni giorno viene morsicata dai cani e da sempre?

e così via, potrei citar tanti episodi..a volte son i media che puntando la lente d'ingrandimento su un caso o su casi simili stimolano il legislatore a legiferare. nel caso citato era nato un d.l d'urgenza che aveva introdotto la museruola per cani di una certa taglia

Non voglio dar la colpa ai media, però questi scandalismi han l'effetto di produrre leggi insensate, dettate più dall'impulso e dalle emozioni che dalla ragione. Agendo d'urgenza spesso si fan più danni. Spero adesso non salti fuori il solito decreto legge ad minchiam.


Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 04:54 PM.


Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.