Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read






 
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
Prev Previous Post   Next Post Next
  #1  
Old 06-07-2007, 07:08 PM
DARNAP DARNAP is offline
Member
 

Join Date: Mar 2007
Posts: 71
DARNAP is on a distinguished road
Default

cronaca napoli


In sei a bordo di tre motocicli sono entrati armati per commettere la rapina. All’interno del locale, però, c’erano anche dei militari dell’Arma
NAPOLI
Marco De Rosa aveva sedici anni, era incensurato, ultimo di cinque figli di una famiglia che risiede all’Arenaccia, quartiere di Napoli nella zona della stazione centrale, e di mattina faceva il garzone in un negozio. Ieri invece insieme a cinque complici è andato a rapinare un pub nel quartiere bene di Posillipo con una pistola a salve privata del tappo rosso.

In sei, con le armi, in sella a tre motorini hanno agito intorno alle 1.30 nella panineria «Genline»; due dei rapinatori sono entrati con il volto coperto dai caschi e hanno fatto inginocchiare Antonio Berlingeri, il padre della ragazza cui è intestato l’esercizio commerciale. Uno dei rapinatori lo ha minacciato con la pistola alla tempia, chiedendo con insistenza e con urla il registratore di cassa, strappando addirittura il cassetto nella fretta di consumare il delitto.

Non si è neppure accorto, forse, che a terra cadevano alcuni spiccioli e che l’incasso era di circa 10 euro. Ma della rapina si sono accorti tre carabinieri liberi dal servizio del battaglione Campania, in giro in auto; subito si fermano, mentre i due rapinatori escono, e intimano l’alt. È un attimo. In cinque fuggono sugli scooter, Marco no. Sceglie di scappare a piedi, verso largo Sermoneta, inseguito dai militari dell’Arma che esplodono alcuni colpi intimidatori in aria.

Il ragazzo si volta, impugna una pistola a salve senza tappo rosso, che appare una semiautomatica calibro 7,65, e la punta sui carabinieri. Uno di loro allora spara. Marco è colpito da quell’unico colpo. Subito soccorso e trasportato all’ospedale «fatebenefratelli» in via Manzoni, muore durante il tragitto

Non so cosa ne pensiate,e' certamente una disgrazia ma cio che piu mi rattrista e che ora al carabiniere verra attribuito un vero e proprio reato.Dispiace per la famiglia del ragazzo ma il carabiniere faceva il suo lavoro ed ora e facile che finisca addirittura in carcere.ciao raga


Reply With Quote
 







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 11:49 PM.


Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.