Go Back   Forum > OT-Forum > Società e Politica

LOGIN / ENTRA

Register FAQ Live Now! Rules Live TV Arcade Search Today's Posts Mark Forums Read






Reply
 
Thread Tools Search this Thread Display Modes Translate
  #1  
Old 08-26-2007, 03:26 AM
magikoMILAN1982 magikoMILAN1982 is offline
Senior Member
 

Join Date: Aug 2006
Location: al Nord!!
Posts: 7,829
magikoMILAN1982 is on a distinguished road
Default

Arriva lo sciopero della pasta


Le associazioni dei consumatori lanciano lo "sciopero della pasta". Contro i rincari previsti per l'autunno, che secondo molte previsioni toccheranno anche i prezzi del grano e dei derivati, le organizzazioni invitano i cittadini a rinunciare il 13 settembre, giorno scelto per la mobilitazione, al piatto nazionale: la pastasciutta. Un gesto simbolico contro la "stangata d'autunno", con "l'aumento dei prezzi di luce, gas, pane, latte, pasta e libri scolastici". Per questo le associazioni chiedono un "immediato ribasso del 5% di tutti i prezzi e tariffe" e sempre il 13 settembre, distribuiranno sulle principali piazza italiane pane e latte gratis ai cittadini "per dimostrare che gli aumenti sono solo frutto di speculazioni".
La giornata di manifestazione - annunciano Adoc, Adusbef, Codacons e Fedeconsumatori, si snoderà in diverse "piazze italiane a partire da quella di Montecitorio a Roma, e piazza Verdi dove ha sede l Antitrust".

Con l'iniziativa di protesta annunciata, i consumatori vogliono denunciare gli "aumenti dei prezzi dei generi alimentari, a partire da quelli essenziali di pane, pasta, olio e latte, che vengono giustificati con i costi delle materie prime; i rincari per la scuola, dai libri alle varie tipologie di accessori; i rialzi di gas, elettricità e benzina; gli aumenti dei servizi bancari ed assicurativi". Le organizzazioni chiedono inoltre un "incisivo intervento per sconfiggere posizioni di lobbies che si oppongono alla concorrenza", e a questo proposito citano "banche, assicurazioni e taxi". Auspicando un "mercato più chiaro e trasparente", le organizzazione invocano anche misure "più marcate in tema di liberalizzazione, come già positivamente si è iniziato a fare, su carburanti, elettricità ed energia in generale".

Su questa base, le associazioni avanzano una serie di richieste: "Trasformazione in decreto legge del disegno di legge Bersani giacente in Senato, dove si affrontano, tra l'altro, questioni condivise in tema di accisa dei carburanti e di maggiore competitività del settore; realizzazione di una legge definita sulla class action; rafforzamento dei poteri di verifica, controllo e sanzione delle authority; interventi immediati per la definizione della fascia di garanzia per le famiglie meno abbienti nei settori energetici; ampliamento degli spazi funzionali a vendite dirette produttori-consumatori; tutela della produzione italiana a garanzia della qualità e della assenza di pericoli per la sicurezza". "Alla luce di tutto ciò - affermano le associazioni - chiediamo sia al Governo che alle istituzioni la convocazione di tavoli di confronto, per smascherare dove si annidano speculazioni al fine di eliminarle".

ansa.it


Reply With Quote
Reply







Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

vB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Forum Jump


>

All times are GMT +2. The time now is 10:58 PM.


Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.