Forum

Forum (https://www.coolstreaming.us/forum/)
-   Società e Politica (https://www.coolstreaming.us/forum/societa-e-politica/)
-   -   Antonio Di Pietro: A mediaset solo 1 rete (https://www.coolstreaming.us/forum/societa-e-politica/90382-antonio-di-pietro-mediaset-solo-1-rete.html)

staff 02-18-2008 05:56 PM

Antonio Di Pietro: A mediaset solo 1 rete
 
Silvio Berlusconi, in una recente intervista a Gianni Riotta, direttore del TG1, ha parlato di Enzo Biagi. Ha rivelato di aver voluto trattenere Biagi in RAI e che il giornalista declinò la sua offerta per poter ottenere una ricca liquidazione. Riotta, che dirige il più importante telegiornale pubblico, non si è sentito in dovere di replicare. Lo stesso Riotta aveva dichiarato di avere Biagi come modello.

La verità è che Berlusconi, con il famoso editto bulgaro, ha cacciato dalla RAI Enzo Biagi per la sua indipendenza, insieme a Michele Santoro e a Daniele Luttazzi.

Enzo Biagi aveva un grande difetto per il capo del PDL: diceva la verità. Un morto non si può difendere, non ci può essere un contraddittorio con una persona scomparsa.

Questo episodio è solo l’ennesimo di un pessimo inizio di campagna elettorale da parte dei media. Una situazione che evidenzia la inadeguatezza del nostro sistema di informazione, spesso veicolo di falsità palesi che diventano vere solo perché ripetute nel tempo.

L’Italia dei Valori ha nella sua proposta di programma di governo un intervento radicale sull’informazione:

- una sola televisione pubblica senza pubblicità, pagata dal canone e sottratta all’influenza dei partiti

- esecuzione sentenza europea su Europa 7 e spostamento di Rete 4 sul satellite

- limite di una sola Rete per i concessionari privati (come Mediaset)

- abolizione dei finanziamenti pubblici all’editoria

www.antoniodipietro.it

alma 02-18-2008 06:27 PM

"Scusi...un momento di amnesia" o "Facevo per gioco"...
Silvio Berlusconi ha sempre fatto il furbo durante tutta la sua vita e crede di prender per i fondelli invece è un gran bugiardo!


WMP

hhhh 02-18-2008 06:49 PM

si può essere d'accordo x una tv pubblica senza spot e senza politica, ma è 1 utopia!!
ma dai... la rai campa dalla pubblicità!basta vedere quanto durano gli spot rai... esattamente come la "privata" mediaset.. quindi la proposta di di pietro - seppur condivisibile - è utopica e anacronistica!

l'ipotesi di una sola rete per privato mi fa rabbrividire...
migliaia di dipendenti mediaset e investimenti milionari mandati in fumo solo perchè si odia berlusconi!
la legge gasparri - seppur nella sua faziosità - garantiva il pluralismo, cioè non vietava l'ingresso di nuovi privati nel mercato tv, qua c'è 1 ingerenza bella e buona della politica sul mercato televisivo... ed è tutto fuorchè liberale!!

ale24 02-18-2008 06:51 PM

Quote:
Originally Posted by alma
"Scusi...un momento di amnesia" o "Facevo per gioco"...
Silvio Berlusconi ha sempre fatto il furbo durante tutta la sua vita e crede di prender per i fondelli invece è un gran bugiardo!


WMP


Come disse il buon Montanelli: Berlusconi è mentitore professionale, mente a tutti, sempre, anche a se stesso, al punto di credere alle sue stesse menzogne.

breunzo 02-18-2008 07:22 PM

Quote:
Originally Posted by hhhh
si può essere d'accordo x una tv pubblica senza spot e senza politica, ma è 1 utopia!!
ma dai... la rai campa dalla pubblicità!basta vedere quanto durano gli spot rai... esattamente come la "privata" mediaset.. quindi la proposta di di pietro - seppur condivisibile - è utopica e anacronistica!

l'ipotesi di una sola rete per privato mi fa rabbrividire...
migliaia di dipendenti mediaset e investimenti milionari mandati in fumo solo perchè si odia berlusconi!
la legge gasparri - seppur nella sua faziosità - garantiva il pluralismo, cioè non vietava l'ingresso di nuovi privati nel mercato tv, qua c'è 1 ingerenza bella e buona della politica sul mercato televisivo... ed è tutto fuorchè liberale!!



Esiste la BBC, la CNN e quante altre? A me fa rabbrividire il fatto che una persona vince l'asta per l'acquisizione delle frequenze e non gli venga concesso di trasmette anzi al suo posto trasmette senza licenza un'altra Tv e precisamente Rete4. Da quando in qua che la concorrenza produce meno posti di lavoro? Se la legge Gasbarri non vieta l'ingresso ai nuovi privati, mi devi spiegare come mai nessuno investe nel settore televisivo e perchè una persona che vince una concessione pubblica televisiva non riesce o non viene messo in condizioni di trasmettere, nonostante le varie sentenze? Come fai a parlare di ingerenza pubblica quando per legge puoi trasmettere in base ad una concessione pubblica, dato che le frequenze sono limitate e pubbliche? Come proposta è ottima, una rete televisiva pubblica come RAINEWS24, stile CNN, e le altre 5 o 7 reti a ciascun privato che si fanno concorrenza e in questo modo non c'è bisogno di tetti pubblicitari, la pubblicità è ben distribuita ed è stimolo per una maggior competizione. Questo è liberismo economico, questo è liberalizzazione del mercato!!!!! Quando c'è concorrenza, c'è pluralismo e qualità oltre che maggiori posti di lavoro.

corso 02-18-2008 09:05 PM

frequenze libere per tutti e abolizione totale della rai, come nome e come azienda. quindi vendere i tre canali all`asta a privati. berlusconi e` bugiardo come bush, come tutti i politici dell`arco parlamentare italiano. compreso di pietro. il trapiantato ha silurato montanelli, biagi, santoro, la guzzanti e luttazzi. una vergogna per montanelli, biagi e santoro, e per gli altri due per come e` stato fatto. in barba a leggi e democrazia. poi io personalmente luttazzi lo metterei in una vasca da bagno, svestito, con ferrara da un lato e bandanino da arcore dall`altro che........ :( :cool:

caneca80 02-18-2008 11:25 PM

Quote:
Originally Posted by hhhh
la legge gasparri - seppur nella sua faziosità - garantiva il pluralismo, cioè non vietava l'ingresso di nuovi privati nel mercato tv, qua c'è 1 ingerenza bella e buona della politica sul mercato televisivo... ed è tutto fuorchè liberale!!


A me pare che grazie a questa bellissima legge rischiamo di vederci alzare le tasse per pagare i danni al signor Francesco Di Stefano proprietario di "Europa 7".
Qualcuno dovrebbe spiegarmi come mai questi signori sbagliano, spesso e volentieri apposta come in questo caso, e tocca a noi pagare per i loro errori. Se io commetto un infrazione a una legge pago io di tasca mia e nessun altro.

Quello di Di Pietro è un programma irrealizzabile, e già difficile che "Rete4" si sposti sul satellite o almeno sul digitale terrestre.

tiolucas73 02-19-2008 12:35 PM

Quote:
Originally Posted by hhhh
si può essere d'accordo x una tv pubblica senza spot e senza politica, ma è 1 utopia!!
ma dai... la rai campa dalla pubblicità!basta vedere quanto durano gli spot rai... esattamente come la "privata" mediaset..


assolutamente FALSO..basta dare un'occhiata QUI


Quote:
Originally Posted by hhhh
l'ipotesi di una sola rete per privato mi fa rabbrividire...
migliaia di dipendenti mediaset e investimenti milionari mandati in fumo solo perchè si odia berlusconi!


no, perchè bisognerebbe in primis applicare le direttive della UE e spedire l'ABUSIVA rete4 su digitale

Quote:
Originally Posted by hhhh
la legge gasparri - seppur nella sua faziosità - garantiva il pluralismo, cioè non vietava l'ingresso di nuovi privati nel mercato tv, qua c'è 1 ingerenza bella e buona della politica sul mercato televisivo... ed è tutto fuorchè liberale!!


la legge gasparri è stata rigettata (in parte) dalla UE..ci sarà un perchè, no? innanzitutto, non prevede l'assegnazione di nuove frequenze, e già questo blocca, di fatto, il mercato, poi la previsione di dividendo degli ibntroiti pubblicitari, strozza chiunque cerchi di entrarvi, nel mercato televisivo....alla facia della pluralità!!

una sola rete è giusto, secondo me...le altre le hanno già sul digitale,...non era previsto uno switch-off della TV analogica(uhauahuahauhuhauahau)??
si tratterebbe quindi solo di abbreviare i tempi dello spostamento su digitale...tra l'altro, sto bene(male)detto digitale è nato pure grazie ai soldi pubblici...pure i miei....che porcheria...ma questa è un'altra storia.... :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

breunzo 02-19-2008 03:06 PM

Quello di Di Pietro è uno spot elettorale, dovrebbero saperlo tutti che anche il vittimismo e la litania alla "chiagni e futti" del cavaliere è una scena già vista del teatrino politico italiano. Non conviene pugnalarsi a vicenda, è più comodo scambiarsi favori e poltrone. Berlusconi non lo tocca nessuno, è troppo potente economicamente ed è un massone

pietrosanero 02-20-2008 11:01 AM

basterebbe solo mandare rete4 sul digitale o satellite!
c'è da dire che le uniche cose decenti che vedo in tv sono su mediaset....la rai non fa niente,sempre cose trite e ri-trite!"..e con i soldi di noi contribuenti" e la pubblicità guarda che è tanta anche alla rai...

tiolucas73 02-20-2008 12:41 PM

Quote:
Originally Posted by pietrosanero
e la pubblicità guarda che è tanta anche alla rai...


sicuramente, ma nei limiti di legge...delle 2, l'una...o si cambia la legge, o la si fa rispettare a tutti, altrimenti vi è concorrenza sleale

staff 02-20-2008 02:10 PM

MILANO — Giornata convulsa quella di ieri a Mediaset. Telefonate tra i direttori dei telegiornali e la direzione generale. Idee, riflessioni, proposte. L'annuncio di Antonio Di Pietro di togliere due reti a Mediaset ha prodotto rabbia e disappunto (e voglia di cavalcare l'onda per mostrare «il falso buonismo di Veltroni»). E così i tre direttori dei tg ieri sera sono apparsi in video (cronologicamente: Giorgio Mulé, direttore di Studio aperto alle 18.30, Emilio Fede, Tg4, alle 19; Clemente J. Mimun, Tg5, alle 20) con tre editoriali. Ognuno con il suo stile: tagliente Mulè, irridente Fede, pragmatico Mimun. Tutti e tre d'accordo su una questione: Veltroni deve essere chiaro e prendere le distanze da Di Pietro. Durissimo Mulè. Per lui «spegnere due reti di Mediaset non è una proposta: equivale a un omicidio d'impresa premeditato, alla mortificazione del libero mercato». Chiede chiarezza: «Sono passate oltre 24 ore dall'uscita dell'alleato Di Pietro, ma ancora Veltroni non si è espresso. È intervenuto il ministro Gentiloni secondo il quale dovremmo stare tranquilli perché nel programma del Pd si prevede di spegnere non due, ma una sola rete. Come se chiedessimo a una persona se è felice di accomodarsi in sala operatoria per aver amputato un braccio piuttosto che due». E conclude confidando ai suoi telespettatori che è stata forte la «tentazione di non parlare più di politica nel mio tg».

Stessa forte tentazione provata da Fede. Anche lui si rivolge in tono confidenziale al suo pubblico. Parla di malinconia, rabbia. Definisce la proposta di Di Pietro «una mortificazione verso l'informazione, poiché chiuderebbero due telegiornali che hanno contribuito al pluralismo in Italia». Non manca la mozione degli affetti verso Walter: «Vorrei una risposta da Veltroni. Lui è una persona corretta ed è figlio di un grande giornalista che io ho avuto l'onore di conoscere».

Secco, asciutto Mimun. «Di Pietro, fin qui unico alleato del Pd — ha sottolineato il direttore del Tg5 — propone di cancellare quattro tasti dal telecomando, togliendo due reti alla Rai e due a Mediaset. Ma è davvero questo il programma del Pd? Su questioni fondamentali, che riguardano la libertà, è lecito attendersi una presa di posizione chiara dal candidato premier soprattutto per rispetto degli elettori». E per dimostrare quanto sia difficile il momento per l'Italia, e quanto la politica lontana dal sentire del Paese, cita Newsweek: «Oggi il prestigioso settimanale ci sbatte in copertina con la spazzatura in Campania. Parla di disastro Italia. Si chiede come sia possibile che un paese delizioso come il nostro sia diventato la zona politicamente ed economicamente disastrata d'Europa». E conclude amaro: «Purtroppo è questa l'Italia che si racconta nel mondo».

Maria Volpe

www.corriere.it

sefirothmorpheus 02-20-2008 02:55 PM

Quote:
Originally Posted by ale24
Come disse il buon Montanelli: Berlusconi è mentitore professionale, mente a tutti, sempre, anche a se stesso, al punto di credere alle sue stesse menzogne.


e te da dove sei saltato fuori?
compà... sono secoli che non ti si vedeva in giro :eek: :confused:


All times are GMT +2. The time now is 10:39 PM.

Powered by: vBulletin Version 3.0.7
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Friendly URLs by vBSEO 3.1.0 ©2007, Crawlability, Inc.